Celebrities ed attori russi, dalle discussioni sui social network sono scesi in piazza insieme agli indignados per dimostrare contro la corruzione del governo Putin.

Oltre a partecipare ai cortei, ognuno ha messo a disposizione la propria professionalità in modo da realizzare alcuni video allo scopo di esortare le persone a reagire attivamente.

Come indignato appare anche l’ex leader dell’Unione Sovietica, il padre della Perestroika, Michail Gorbaciov, il quale, benchè in un primo momento abbia appoggiato l’ascesa al potere di Vladimir Putin, in seguito ha dichiarato: «Sono dispiaciuto. E provo veramente vergogna», in riferimento diretto alle affermazioni dell’attuale presidente della Russia inerenti alle manifestazioni “con il nastro bianco”.

Insomma, a quella che si preannuncia come “una lunga marcia” contro la corruzione al potere e l’involgarimento della società, parteciperanno non soltanto i cittadini e gli intellettuali del Paese, ma anche molti Vip, tra i quali anche molti “pentiti”.

Ksenia Sobchak, celebre per essere il corrispettivo russo di Paris Hilton, ha infatti anch’ella cambiato repentinamente bandiera, recandosi stavolta a manifestare contro «l’amato premier» di un tempo.

Durante la prossima manifestazione è previsto anche l’intervento di un blogger, che è già stato arrestato per la scorsa protesta, Aleksej Navalny, ma a parlare saranno in totale diciannove.