Non sarà il Keanu Reeves visto in Point Break, Matrix o il recente John Wick quello che interpreterà la parte del protagonista di Knock Knock, l’ultimo thriller di Eli Roth, il regista di Cabin Fever, The Green Inferno e Hostel.

Il cineasta amico intimo di Quentin Tarantino – era tra i protagonisti di Bastardi senza gloria –  infatti ha realizzato una pellicola che si rifà ad altri titoli appartenenti al filone dell’home invasion come Death Game, Funny Games, They, You’re Next e molti altri, ma con un variazione decisamente sexy e folle.

Reeves veste infatti i panni di Evan Webber, un architetto sposato con una bellissima donna, con due figli meravigliosi, un ottimo lavoro e la casa dei sogni che lui stesso ha disegnato. A causa di una scadenza Evan è costretto a passare da solo il weekend della festa dal papà mentre la sua famiglia parte per un vacanza al mare.

Ma la sua vita viene sconvolta quando una sera, durante un acquazzone terribile, due belle ragazze bussano alla porta di casa chiedendo di poter utilizzare il suo telefono e magari fare una doccia. Da persona gentile qual è, o forse come vuole essere reputato, Evan acconsente, ma il quasi inevitabile rapporto sessuale a tre si trasforma in un incubo quando le due ragazze rivelano la propria natura di psicopatiche e iniziano a torturarlo in ogni modo possibile e immaginabile.

Nel ruolo delle due diaboliche ragazze, che come si intuisce dal trailer sono abituate a giocare al gatto e al topo, ci sono Lorenza Izzo e Ana de Armas, due attrici ancora relativamente sconosciute che con questo thriller sexy potrebbero farsi notare dal grande pubblico. Per Keanu Reeves ed Eli Roth, invece, il piccolo progetto senza troppe ambizioni ma di facile appeal rappresenta una sorta di divertissement tra un film più impegnativo e l’altro.

La data d’uscita di Knock Knock, che negli Stati Uniti è distribuito dalla Lionsgate, è ancora ignota, ma è probabile che l’arrivo nelle sale italiane possa avvenire entro il 2015.