Anche Kim Kardashian è finita nelle “grinfie” di Vitalii Sediuk, un simpatico giovanotto che si diletta a compiere azioni di protesta – tutte motivate su Instagram – contro personaggi noti. Qualche giorno fa era stato il turno di Gigi Hadid, a Milano per la Fashion Week, che non aveva reagito nel migliore dei modi. Adesso è toccato invece alla giunonica Kim Kardashian e al suo famosissimo lato b.

Entrambi a Parigi, Sediuk ha cercato di avvicinarsi al sedere della Kardashian e di baciarlo (o di morderlo). Non ha fatto in tempo però perché i bodyguards di Kim Kardashian hanno fatto il loro dovere e l’hanno fermato prima che riuscisse a compiere il gesto di protesta. Successivamente, sul proprio profilo Instagram, il giovane ucraino ha fatto sapere che la Kardashian avrebbe avviato pratiche legali contro di lui.

Ma quale sarebbe stato il motivo dell’atto di protesta contro Kim Kardashian e contro il suo sedere? L’ha rivelato lo stesso Sediuk, che su Instagram ha scritto: “Protestavo perché Kim indossa protesi al sedere. Invito lei e il resto della famiglia Kardashian a promuovere la bellezza naturale tra le adolescenti che le difendono a spada tratta. Sedevo fuori da un ristorante, stavo utilizzando il wi-fi gratuito e mangiavo un gelato quando ho visto i paparazzi e lei uscire da un’automobile. Non sapevo che stesse arrivando per cui l’idea mi è venuta molto in fretta. Questo significa che non sono io ad andare dalle celebrities ma sono loro a venire da me“.