Puntata prima del Natale del Kilimangiaro, quella di oggi domenica 22 dicembre, alle 15.05, su Rai3. Licia Colò, insieme con Dario Vergassola, accompagnerà i telespettatori alla volta di mete insolite, località irraggiungibili ma anche luoghi speciali di casa nostra.

In stile con lo spirito ecologista che da sempre contraddistingue la trasmissione, quest’anno, l’albero di Natale presente in studio sarà interamente realizzato con bottiglie di plastica riciclabile.

Mete a lungo raggio di questa settimana: si volerà al Polo Nord, per scoprire come vivono il Natale tra gli igloo, ci si rilasserà al caldo delle Isole Banda in Indonesia, si rivivranno le atmosfere magiche del Marocco e della Giamaica ma si godranno anche le atmosfere delle grandi città come Washington  e Budapest. Da Londra, intanto, proseguirà il viaggio di Gloria Aura Bortolini attraverso le nuove e più sorprendenti tendenze della capitale britannica, modi di essere capaci di “contagiare” l’intero Pianeta.

Continuerà anche il viaggio alla scoperta del “Borgo” preferito dagli Italiani. Ogni domenica un paese diverso, uno per ogni regione, scelto in collaborazione con l’”Associazione Borghi d’Italia” concorrerà, con le sue bellezze, al titolo de “Il Borgo dei Borghi”.

In questa domenica sarà la volta di Acerenza in provincia di Potenza. Altro viaggio quello dei turisti registi,  in pullman alla scoperta del Sud America con una storia molto particolare ed emozionante. L’inKiesta sui “beni  culturali violati”, affidata a Stefania Battistini, farà tappa invece a Napoli, alla ricerca delle chiese “abbandonate” del centro storico: veri e propri tesori dimenticati e lasciati molte volte nel più assoluto degrado. Tra gli ospiti Nate Brown & The Washington Gospel Singers, il musicista e scrittore Shel Shapiro,  il giornalista e conduttore tv Rosario Carello e l’attore Gianmarco Tognazzi.

Tra i  “viaggiatori speciali” la storia della scrittrice Amani El Naif, siriana di nascita ma in Italia dall’età di tre anni, costretta a tornare in Patria con l’inganno dei genitori per un matrimonio combinato ed Emanuele Gallo, un atleta che ha fatto della corsa la sua passione e la sua ragione di vita.