Dopo il bacio saffico con Miley Cyrus (CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO) Katy Perry è nei guai: la popstar è accusata di blasfemia. Il popolo islamico si è scagliato contro di lei e il suo ultimo videoclip, “Dark Horse”, all’interno del quale vengono mostrate delle scene inaccettabili per l’Islam. La colpa della Perry sarebbe quella di aver bruciato e trasformato in sabbia la scritta “Allah”.

Nel video in questione Katy Perry (foto by InfoPhoto) recita la parte di Cleopatra, splendida donna in cerca d’amore e terribile al tempo stesso, decisa a ridurre in cenere gli spasimanti che non le piacciono (GUARDA QUI ALCUNE IMMAGINI DEL VIDEO). Tra i diversi corteggiatori uno indossa un ciondolo con scritto “Allah”. Potete immaginare quale fina sia destinata al povero corteggiatore che, non essendo entrato nelle grazie della regina d’Egitto, vieni letteralmente polverizzato e con lui anche il ciondolo con la parola incriminata.

Proprio per questo la comunità islamica si è unita nella lotta contro Katy Perry e il suo “Dark Horse” (GUARDA QUI IL VIDEO) creando la petizione online pubblicata su Change.org, volta a ottenere la cancellazione del video blasfemo da YouTube.