Non deve essere per nulla semplice avere a che fare con Kanye West. Il rapper statunitense ancora una volta si è fatto notare per alcune dichiarazioni piuttosto discutibili. Così, dopo aver attaccato apertamente il presidente Obama (che aveva fatto notare come il reality tv che vede protagonista la futura moglie Kim, Keeping up with the Kardashian” sia diseducativo per i giovani americani), adesso è la volta della griffe Louis Vuitton. Kanye ha infatti chiesto ai newyorchesi di boicottare il marchio francese.

Il musicista si è infatti molto indispettito, quando, di passaggio a Parigi, ha chiesto di incontrare Yves Cercelle, a capo della celebre casa di moda, e ha ricevuto un rifiuto. Kanye ha così maturato la decisione di “dargli una lezione”, chiedendo agli americani di non comprare più i prodotti della maison. Il rapper ha rivelato il motivo del litigio alla stazione radio New York 92.3 Now: «Volevo incontrare Yves a Parigi e lui mi ha detto ‘Non capisco perché dobbiamo incontrarti’. Io gli ho detto di lasciarmi spiegare perché aveva bisogno di incontrarmi. Da adesso in poi nessuno in questa città comprerà più un loro prodotto fino a dopo gennaio. E allora mi vorrà incontrare. Non capiscono qual è la mia influenza».

Sembra un chiaro caso di delirio da onnipotenza. A parte questo episodio, comunque, altre novità sono in arrivo sul tema “moda e Kanye West”. L’artista ha infatti interrotto la lunga partnership che lo legava alle Nike  e di cui faceva parte anche una linea di sneaker, le Nike Air Yeezy, che aveva ottenuto un grandissimo successo. Adesso Kanye ha deciso di cambiare e ha così dichiarato «Sono stato molto legato alla Nike ma ora ho deciso di passare all’Adidas in virtù di un accordo migliore. Ho intenzione di essere il primo stilista hip hop». Sempre che non scoppi prima qualche litigio, naturalmente…