Nuovo polverone si alza intorno al cantante idolo delle teenager americane e non, Justin Bieber. Il cantante fotografato mentre fumava uno spinello un po’ di giorni fa ad una festa privata in una stanza di hotel a Newport Beach (California), avrebbe destato la disperazione di centinaia delle sue fan, tanto preoccupate della salute del loro idolo da esser pronte ad atti masochistici pur di convincerlo a lasciar perdere la droga (leggera).

Nel giro di poche ore su Twitter spopola l’hashtag #cut4Bieber con alcuni cinguettii deliranti di ragazzine che propongono foto con lamette sguainate e braccia sanguinanti: “O la smetti di fumare o mi ammazzo“. Le immagini attraverso il social network fanno il giro del globo scandalizzando la comunità virtuale tutta:

Conoscendo l’irrazionalità e il fomento adolescenziale, i “taglienti” episodi sarebbero anche potuti risultare reali. Grazie al cielo, però, non è così: quei tweet altro non sono che la burlata del sito 9GAG.com, famoso per le prese in giro dedicate alla gente dello spettacolo.

Justin Bieber ha fatto sapere, sempre con un tweet, che i suoi avvocati sono pronti a prendere provvedimenti legali contro 9GAG ed invita le sue fan a non tagliarsi o farsi male in alcun modo. Mi piacerebbe rispondergli che non passa neppure per l’anticamera del cervello a nessuna ragazzina che lo segue, ma temo di potermene pentire amaramente…