Ormai Justin Bieber è diventato famoso per le sue intemperanze sul palco e fuori dal palco e ancora una volta il prodigio canadese ha dato prova di avere un caratteraccio molto difficile da gestire.

Durante un concerto tenutosi a Manchester, parte del suo tour mondiale Purpose. la pop star 22enne ha infatti abbandonato lo show dopo aver chiesto insistentemente, senza riuscirvi, che i fan la smettessero di gridare nell’intervallo tra le sue canzoni.

Quando la folla festante si è rifiutata di tacere ecco che Bieber ha lasciato cadere il microfono e si è diretto verso il backstage, provocando un clamore ancora più fragoroso e gli schiamazzi inferociti dei presenti, che evidentemente avevano pagato un biglietto salato.

Dopo essere tornato sul palco dopo una breve interruzione, il cantante ha dichiarato che Manchester semplicemente “non riesce a gestirlo”.

Bieber aveva spiegato per bene le sue ragioni: “Apprezzo tutto il supporto, l’amore e le gentilezze. Ma le urla nei break devono finire. Per favore e grazie. Non penso sia una cosa necessaria quando tento di parlare, e voi invece state gridando.”

Tornato a cantare, Bieber ha affermato di voler raggiungere il pubblico, non riuscendo però a guardare negli occhi i suoi fan a causa delle grida.

Tuttavia la folla ha continuato a schiamazzare imperterrita e quindi Justin si è semplicemente rifiutato di parlare ancora, ritenendo inaccettabile la mancanza di rispetto del pubblico per un artista volato sin lì per portare la sua musica.