Si inizia già a parlare della pellicola dedicata alla Justice League quando mancano ancora quasi sei mesi all’uscita dell’attesissimo Batman v Superman: Dawn of Justice, prevista per il 24 marzo in Italia, il cinecomic che, con buona pace degli Avengers, potrebbe diventare il punto di riferimento definitivo per tutti i film sui supereroi (se non altro per i personaggi coinvolti).

Gli appassionati però non sono mai soddisfatti, come sanno bene le case di produzione, e stanno iniziando a circolare voci sul progetto diviso in due parti che riunirà tutti i maggior eroi della DC Comics: si tratta di rumor molto indefiniti, al momento, dato che i due capitoli del film sono destinati a vedere la luce rispettivamente nel 2017 e 2019.

Al centro di queste voci – che ovviamente rischiano di essere degli SPOILER clamorosi, nel caso si rivelassero veritiere – ci sarebbe l’identità del villain del film: secondo il sito Birth.Movies.Death l’antagonista principale del film sarebbe Brainiac, uno dei classici supercattivi della scuderia DC.

Il nome di uno dei più potenti antagonisti di Superman è una crasi di Brain – cervello e Maniac – maniaco, a significare due delle caratteristiche principali del personaggio, la grandissima intelligenza e la spietatezza totale, che lo rendono un nemico quasi imbattibile. Secondo le prime versioni viste dei fumetti Brainiac sarebbe un androide extraterrestre che tra le varie cose sarebbe anche il responsabile per del rimpicciolimento della perduta città kryptoniana di Kandor che racchiude tutti i compatrioti che Clark Kent ha a lungo pensato scomparsi.

Naturalmente non è ancora chiaro il ruolo che il personaggio dovrebbe avere in Justice League, film che sarà diretto ancora una volta da Zack Snyder. Questi è attualmente impegnato con la produzione di Batman v Superman: Dawn of Justice, e anche riguardo a questa pellicola si sono già scatenate numerose dicerie.

Tra le più acclamate ci sarebbe quella che vorrebbe il villain come un incrocio tra Doomsday e Bizarro. Il primo nella versione cinematografica un essere ricavato dalla sperimentazione di Lex Luthor sul cadavere del Generale Zod ucciso da Superman in L’uomo d’acciaio, mentre il secondo, una sorta di kryptoniano folle, sarebbe il frutto di un tentativo di clonazione di Clark Kent finito male.

Di certo c’è solo che prima di avanzare ipotesi così azzardate i fan dei cinecomic DC dovranno attendere gli sviluppi apportati dai film dedicati alla Suicide Squad e a Wonder Woman, che potrebbero ulteriormente mischiare le carte in tavola.