Jovanotti ha appena pubblicato in rete il suo nuovo video per “L’estate addosso”. Il pezzo è già uno dei più suonati dalle radio italiane, dove è entrato in programmazione a partire dallo scorso 29 maggio, e si preannuncia come uno dei possibili grandi tormentoni dell’estate 2015.

Il nuovo video di Jovanotti “L’estate addosso” è stato rilasciato in esclusiva sul sito del Corriere della Sera, ma da domani sarà visibile anche su YouTube sulla pagina dell’artista. Il videoclip è stato diretto da Gabriele Muccino, amico di Lorenzo Cherubini con cui aveva già collaborato per “Baciami ancora” e “Tensione evolutiva”.

Se la canzone, scritta insieme al cantautore indie Vasco Brondi meglio conosciuto come Le luci della centrale elettrica, riecheggia i pezzi estivi dei Righeira così come di Franco Battiato, anche il video ha un sapore molto estivo e adolescenziale. Tra i look sfoggiati da Jovanotti all’interno della clip ve n’è anche uno da Elvis Presley.

Jovanotti ha parlato di com’è nata la collaborazione con Gabriele Muccino: “Due anni fa Gabriele mi ha fatto leggere un soggetto per un film. Si chiamava “L’estate addosso”. Ho pensato subito che sarebbe stato un gran titolo per una canzone e di getto ho buttato giù l’idea. Poi più avanti ho lavorato al testo e ho coinvolto anche Vasco Brondi, ma l’ispirazione è arrivata proprio in quel momento, appena l’ho letto.”

A proposito della lavorazione per il video di “L’estate addosso”, girato sulla spiaggia di Fregene lo scorso 6 giugno, Jovanotti ha dichiarato: “Mi piace lavorare con Gabriele, è un grande regista, crea un bellissimo clima sul set e poi siamo amici, e lavorare con un amico di così grande talento è un piacere doppio. Mi ha anche permesso di mettere il vestito da Elvis che avevo nel cassetto da un po’ e aspettava la canzone giusta, e il regista giusto”.

Gabriele Muccino ha invece ricordato come “L’estate addosso” sia anche il titolo della sua nuova attesa pellicola: “Mi ha preceduto! Alla fine la canzone uscirà prima del film che sarà nelle sale nel 2016, ma è così che è nata. E siccome non mi bastava, già che c’ero, ho pensato di chiedergli anche la colonna sonora del film. E così è tutto intrecciato. Ieri ho girato il film, oggi giriamo il clip e lunedì ricominciamo a girare il film”.

Jovanotti ha aggiunto inoltre: “La canzone dice qualcosa del film e il film dice qualcosa della canzone. L’estate, più di ogni altra stagione, mi dà sempre la sensazione che gli attimi che sto vivendo li sto anche perdendo. Anche quando ero ragazzo: tre mesi davanti ti sembravano un tempo lunghissimo e vuoto, libero, senza niente… e poi forse, ripensandoci, diventano i tre mesi in cui, probabilmente, più che in ogni altro tempo, costruisci te stesso”.

Fonte | Corriere Tv