Dopo i guai giudiziari, ecco arrivare anche quelli finanziari: Johnny Depp sembra non trovare davvero pace.

Uno degli attori più quotati di Hollywood, che di recente si è separato in modo burrascoso dalla moglie Amber Heard, è infatti accusato di spendere 2 milioni di dollari al mese. Una cifra folle, che nasconderebbe uno stile di vita degno del regnante di un piccolo Stato.

La situazione di Depp però è più complicata di così: la società che per 17 anni ha gestito le sue finanze, il The Management Gruop, ha infatti chiesto un enorme rimborso all’attore; ma allo stesso tempo l’ex Edward mani di forbice ha accusato gli stessi di aver gestito in malo modo i suoi avere, e ha così detto di volere indietro 25 milioni di dollari.

È per questo che l’agenzia ha reso note le spese dell’interprete hollywoodiano, che ora sono materia di discussione a causa della stravaganza di alcune di esse.

Se si possono comprendere i soldi spesi in opere d’arte, le 14 case (tra cui un castello in Francia), così come uno yacht da 18 milioni di dollari, 45 auto di lusso e ben 70 chitarre da collezione, meno comprensibili sono invece i 30mila dollari spesi ogni mese solo per il vino, così come i 3 milioni di dollari utilizzati per far sparare le ceneri dell’autore e amico Hunter Thompson attraverso un cannone speciale fatta costruire appositamente.

Altri 300mila dollari se ne vanno ogni mese per pagare il suo staff, composto da 40 impiegati a tempo piano, mentre la metà viene spesa per garantire la sicurezza dei suoi figli. Non mancano le spese fatte per aiutare famiglia e amici: più di 10 milioni sono infatti stati elargiti per questo motivo, e in particolare 4 sono stati usati per far partire una etichetta musicale gestita da un amico d’infanzia.

Insomma, si spiegano facilmente i tanti ruoli affrontati negli ultimi anni in pellicole non proprio all’altezza delle capacità dell’attore.