Lo stile di vita di Johnny Depp è troppo anche per un milionario come lui: pare che l’attore soffra di una patologia compulsiva che lo porta a spendere. L’accusa arriva direttamente dai suoi ex commercialisti che in tribunali hanno dichiarato insostenibili le spese per oltre due milioni di dollari al mese spesi da Johnny Depp.

Il divo americano pare infatti che abbia uno stile di vita extra lusso che lo porterà in poco tempo a trovarsi con i conti in rosso nonostante i milioni di dollari guadagnati in carriera. Da molti anni Johnny Depp le spese sostenute dall’attore sono stellari e quando i suoi commercialisti glielo hanno fatto notare lui ha deciso di licenziarli in tronco accusandoli di avergli rubato i soldi. Joel e Robert Mandel, della Mandel Company, hanno così deciso di ricorrere a vie legali per difendersi e davanti alla legge hanno raccontato della probabile patologia compulsiva da “mani bucate” di cui soffre l’attore hollywoodiano.

Secondo Joel e Robert Mandel, infatti, Depp ha bisogno di essere seguito da un medico. Per vent’anni ha speso circa due milioni al mese, tra aerei privati, vini pregiati, yacht, residenze da sogno (14 in tutto) e persino un castello in Francia. A tutto questo nell’ultimo anno si è aggiunto anche il divorzio da Amber Heard, a cui ha dovuto versare sette milioni di dollari a titolo di risarcimento.