Johnny Depp è al cinema in questi giorni con il film “The Rum Diary” ispirato all’omonimo romanzo di Hunter S. Thompson, scrittore e amico dell’attore.

Un ottimo attore, un uomo bellissimo e amatissimo dalle donne che ha confessato alle pagine di “Gente”, nel nuovo numero in edicola in questa settimana, le sue paure e i suoi timori.

A vederlo sullo schermo non si direbbe che un uomo come lui, con la sua bellezza, il suo fascino e il suo carisma, possa avere avuto delle difficoltà con le donne. Invece è così, soprattutto durante la sua giovinezza, quando ancora non era un attore famoso, il bel Johnny è stato sempre timido, e anche un po’ sfortunato, con le donne, che però non sono mancate dopo il suo successo.

Johnny Depp confessa anche le difficoltà che ha trovato nel girare il suo ultimo film. L’attore non ha mai nascosto la sua passione per l’alcool e per le droghe e, in “The Rum Diary”, come si può capire dal titolo stesso, c’è abbondanza di entrambi.

In passato ho fatto esperienze di ogni tipo, ma sono cambiato da quando sono padre. In questo film l’alcol scorreva a fiumi ed e’ stato difficile rimanerne estraneo. Anche perché mi piace immedesimarmi totalmente nei personaggi che interpreto.