È scomparsa a 81 anni per un arresto cardiaco Joan Rivers, amatissima comica americana la cui carriera durata mezzo secolo è stata costellata da un’infinità di battute politicamente scorrette.

A darne il triste annuncio è stata la figlia Melissa, che in un comunicato stampa ha così descritto la morte della genitrice: “Si è spenta circondata dalla famiglia e dagli amici più cari. Mio figlio e io vorremmo ringraziare i dottori, gli infermieri e lo staff del Mount Sinai Hospital per le incredibili cure che hanno fornito a mia madre”.

L’attrice e presentatrice era infatti ricoverata in coma farmacologico dallo scorso 28 ottobre, in seguito a un arresto cardiaco durante un’operazione alle corde vocali.

Joan Rivers è stata una delle comiche più apprezzate negli Stati Uniti, un personaggio cinematografico ma sopratutto televisivo in grado di imporsi in un mondo, quella della risata, tradizionalmente e ingiustamente riservato agli uomini.

Nata col nome di Joan Alexandra Molinsky, iniziò a farsi conoscere con il suo nome d’arte grazie alla sua partecipazione al celeberrimo Tonight Show di Johnny Carson, nel quale portò un tipo di ironia molto feroce ma onesta, che prendeva in giro tanto situazioni e persone considerate intoccabili (e coerentemente con la sua linea Joan ha sempre rifiutato scuse ipocrite) quanto se stessa.

Una delle sue battute più celebri, riguardanti gli innumerevoli interventi di chirurgia cui si sottopose nell’arco della sua vita, riguarda proprio il suo lascito testamentario: “Ho fatto così tanta chirurgia plastica che quando morirò donerò il mio corpo alla Tupperware”.

La sua amicizia con Carson si interruppe quando negli anni ’80 le venne offerto un analogo show notturno. Nel corso degli anni avrebbe poi portato la propria comicità nevrotica – simile a quella di Woody Allen, ma più tagliente – in moltissimi programmi televisivi e ruoli al cinema (nel 1978 diresse anche un film con Billy Crystal, Rabbit Test, nel quale raccontava la storia del primo uomo gravido della storia).

L’America perde dunque una delle sue voci più sincere e argute, costantemente al centro di polemiche per la sua irriducibile volontà di far ridere di tutto e tutti, per affrontare il mondo con un sorriso.

photo credit: david_shankbone via photopin cc