Nell’attesa dell’uscita de I mercenari 2, prevista per il 17 agosto nelle sale cinematografiche, gustiamoci il profilo degli attori che fanno parte del cast, un cast di lusso. Tra tutti loro, uno dei pochi a poter essere considerato un vero eroe dei film d’azione è senza ombra di dubbio Jet Li.

Non è un caso che l’attore Pechinese, richiestissimo nella sua amata Cina, nazione in cui i registi fanno a botte per averlo nei propri lavori, abbia accettato subito la parte. In America, infatti, Daji Ferdi (questo il vero nome di Jet Li) non ha avuto fino a questo momento la stessa fortuna riservatagli dal suo paese.

Jet Li approda in America nel 1998. Sin dagli albori il suo sogno americano è più simile a un incubo. La Warner Bros lo scrittura per Arma letale 4, affidandogli un ruolo poco consono alle caratteristiche (il cattivo), accettato malvolentieri e dopo diversi ripensamenti.

Le cose vanno meglio nel 2000, quando esce Romeo Must Die. Jet Li veste i panni del protagonista. Arriva il successo e la riconferma per il sequel del film.

Seguono Kiss of the Dragon e The One (2001). Quest’ultimo farà flop al botteghino. Jet Li, così, decide di tornare al cinema per un periodo. È l’occasione per girare il Kolossal Hero. Il 2005 è l’anno di Danny the Dog, produzione di Luc Besson, di impatto limitato ma di risonanza decisamente ampia, dove Jet Li dimostra, oltre ad essere un campione d’arti marziali, anche le sue capacità recitative.

Il ritorno in America avviene nel 2007: in compagnia di Jason Statham interpreta) Rogue – Il solitario. Un anno dopo, per la seconda volta, lo fanno recitare diversamente da come è abituato in un film in cui non spicca: La mummia – La tomba dell’Imperatore Dragone.

Una carriera di alti e bassi, dunque, quella di Jet Li in America. La speranza è che i 15 minuti all’interno del film I mercenari 2 (ha già partecipato al primo episodio della saga) gli portino bene.