La 42° edizione del Giffoni Film Festival è stata caratterizzata per la presenza di grandi nomi del cinema internazionale. Qualche giorno fa è stato Nicolas Cage a catturare l’attenzione dei tanti ragazzi presenti, nel week end tutti aspettavano l’arrivo di Jean Reno.

E l’attore francese non ha deluso le aspettative e ha parlato a lungo con i ragazzi e con i giornalisti.

Jean Reno, un po’ più in carne di come lo ricordavamo, ha parlato dei suoi attuali progetti e di quelli futuri, con la simpatia e l’energia che lo hanno contraddistinto anche sul grande schermo.

Reno è attualmente al cinema, anche in Italia, con il film “Chef” e, a chi ha chiesto il motivo del grande successo del cinema francese in questo ultimo periodo ha risposto:

La gente ha bisogno di vedere sullo schermo quello che di solito non ha nella vita quotidiana. La commedia rende felici e anch’io quando giro una commedia sono felice. Personalmente penso che sia più difficile far ridere la gente. Chaplin su tutti ne è un esempio.

Poi, tra il serio il faceto, ha anche rivolto un appello a Roberto Benigni, con il quale ha lavorato ne “La tigre e il dragone”:

Sì, aspetto una proposta. Roberto dove sei? Benigni è un angelo, un uomo meraviglioso dal cuore grande.