Oggi, 8 febbraio 2014, James Dean, il bello e dannato di Hollywood, celebre per il suo sguardo penetrante ed il suo non indifferente sex appeal, avrebbe compiuto 83 anni.

L’attore statunitense in breve tempo diventò per tutto il mondo un’icona culturale perfettamente riassumibile nel titolo del suo film più celebre: Gioventù bruciata, in inglese Rebel Without a Cause, letteralmente “ribelle senza una causa”. Dean interpretava il ruolo del problematico ribelle adolescente Jim Stark, diciassettenne arrestato per ubriachezza molesta con alle spalle una famiglia con la quale non riesce assolutamente a comunicare.

La sua estrema popolarità trova le sue radici in soli tre film e questi furono gli unici film in cui compare come protagonista. La sua fama ha raggiunto i paesi di tutto il mondo, preservata intatta dalla precoce morte dell’attore, avvenuta a soli 24 anni a causa di un incidente stradale. Viene ricordato come un seguace della filosofia del carpe diem e spesso come la quintessenza stessa della gioventù statunitense. Sebbene sia spesso considerato un personaggio la cui fama va ben al di là delle sue qualità di attore, è inesatto dire che Dean non fosse un bravo interprete.

È stato il primo attore ad aver ottenuto una nomination postuma al Premio Oscar, per il suo ruolo nel film La valle dell’Eden. A Dean fu conferito il Golden Globe per il miglior attore nel 1956 (postumo) e ha ottenuto inoltre una candidatura all’Oscar al miglior attore per il film Il Gigante.

photo credit: thefoxling via photopin cc