James Cameron decide di rinfocolare l’attesa intorno ai sequel di Avatar con alcune dichiarazione a effetto, in netto contrasto con il riserbo abituale che il regista di Hollywood usa per proteggere le proprie creazioni.

E in questo caso lo si può anche comprendere, dato che stiamo parlando di una cineasta che è anche l’autore dei due film dai più alti incassi di tutti i tempi, per l’appunto Avatar e Titanic, i quali sono stati anche dei progetti estremamente all’avanguardia per quanto riguarda lo sviluppo degli effetti speciali.

Da sempre appassionato di imprese impossibili, come per esempio l’esplorazione in solitaria della Fossa delle Marianne per un documentario, Cameron si è imbarcato nella grande fatica di girare in contemporanea i tre nuovi episodi del franchise ambientato a Pandora. A questo proposito segnaliamo che, conclusasi la saga de Lo Hobbit dell’amico Peter Jackson (il quale sarebbe il responsabile della tagline “Io ti vedo” di Avatar), i prossimi tre Natali saranno esclusivo appannaggio delle tre pellicole, rispettivamente nel 2016, 2017 e 2018.

Cameron si è detto molto soddisfatto del processo di sceneggiatura, ormai praticamente ultimato, e si è lasciato andare a esternazioni forti: “Posso dirvi una cosa: saranno incredibili. Ve la farete addosso con la bocca aperta”.

Ad aver già avuto un assaggio dei tre film sono i quattro sceneggiatori – Rick Jaffa, Amanda Silver, Josh Friedman e Shane Salerno – con i quali Cameron ha collaborato, con un processo piuttosto insolito: “Penso che ci siamo incontrati per sette mesi, e insieme abbiamo esaminato alla lavagna ogni scena di ogni film. E fino all’ultimo non ho detto loro su quale avrebbero lavorato, ho aspettato fino all’ultimo giorno. Sapevo che se lo avessi fatto sapere prima, si sarebbero deconcentrati ogni volta che avessimo esaminato uno degli altri due.

Foto: 20th Century Fox