Da tradizione nella saga dell’agente segreto al servizio di Sua Maestà Britannica con licenza di uccidere si è sempre fatto molto affidamento su location esotiche e in generale a giri intorno al mondo.

Dopo il grande successo planetario di Skyfall Daniel Craig nei panni dello 007 James Bond potrebbe arrivare a Roma per la sua ventiquattresima avventura su grande schermo che, sempre da prassi consolidata, non ha ancora un titolo e viene chiamata Bond 24.

Il film, la cui trama potrebbe essere ispirata al romanzo Non c’è tempo per morire di Sebastian Faulks, secondo la produzione potrebbe essere girato per alcune scene nella capitale. In particolar modo nella pellicola in uscita nel 2015 potremmo vedere alcune scene di inseguimenti su ruote in via Quattro Fontane, per una coreografia stradale altamente spettacolare.

Il presidente della Roma Lazio Film Commission Luciano Sovena si è detto entusiasta della proposta, ma teme che la burocrazia possa porre degli ostacoli sgraditi alla produzione: “Mi auguro che il comune snellisca le procedure per concedere i permessi. Sarebbe un peccato perdere questa grande opportunità per colpa della burocrazia. Ospitare il kolossal su 007 fa parte della strategia della Roma Lazio Film Commission che intende attirare nella regione le grandi produzioni straniere, strappandole agli studios dell’Est e incoraggiare gli indipendenti italiani”.