Si è spento all’età di 88 anni James Best, attore statunitense noto al pubblico del piccolo schermo grazie al suo ruolo nei panni dello sceriffo Rosco P. Coltrane nella serie televisiva degli anni ’80, Hazzard (“The Dukes of Hazzard”).

L’attore sarebbe deceduto durante la notte del 6 aprile in seguito a delle complicazioni di una polmonite presso una casa per anziani a Hickory, in North Carolina, dove era ospitato.

Nel corso della sua carriera Best ha collaborato con molti nomi del cinema Hollywoodiano, tra giganti come James Stewart e Paul Newman, apparendo in altre serie televisive come “Bonanza” e “Gunsmoke”. Tuttavia, il ruolo rimasto impresso al mondo è sempre rimasto quello dell’imbranato sceriffo della contea, che veniva puntualmente maltrattato da Boss Hogg (ai tempi interpretato da Sorrell Booke) e spesso ingannato anche dagli stessi Bo e Luke Duke (interpretati da John Schneider e Tom Wopat).

Se bene Hazzard abbia segnato l’ultima sua apparizione fissa in una serie televisiva, sono state contate più di 280 apparizioni come guest star in moltissime serie tv. Nel frattempo la sua carriera nel mondo del cinema è continuata: cominciata nel 1950 con “Appuntamento con la morte” di Hugo Fregonese, tra i suoi ruoli principali si ricordano quello di Jason Brown ne “I sette ribelli” (1955). Negli anni ’60 lavora a fianco di James Stewart e Henry Fonda nella pellicola “L’ora della furia” (1968).

Le sue apparizioni più recenti sul grande schermo sono state nel 2007 e nel 2013 in due film di Michael Damian,“Moondance Alexander” e “Il lato dolce della vita”.

Una passione, quella della recitazione, che ha portato Best a fondare anche una scuola di recitazione, la Best Friend Film, che ha visto tra i suoi allievi anche nomi come Clint Eastwood, Quentin Tarantino, Farrah Fawcett e Burt Reynolds.