Ci si perdoni il rigurgito maschilista, ma nell’osservare Jacqueline Bisset non si direbbe proprio che l’attrice britannica abbia raggiunto oggi il traguardo dei 70 anni.

Nata per l’appunto il 13 settembre del 1944, la Bisset è divenuta famosa per l’eleganza e il grande charme, nonché la notevole bellezza, che ha profuso lungo una carriera ricca e variegata.

Winnifred Jacqueline Fraser Bisset, questo il suo nome per esteso, ha iniziato il proprio apprendistato alla grande, con un cammeo nell’inquietante film Cul-de-sac di Roman Polanski, datato 1966. Giusto un anno dopo un’altra particina di rilievo, questa volta in Casino Royale insieme a Orson Welles.

Seguono poi l’action Bullitt con Steve McQueen e l’horror The Mephisto Waltz, ma l’esplosione avviene con un ruolo di grande rilievo in Effetto notte di François Truffaut, del 1973. Sempre sensuale ma mai volgare, la Bisset è ugualmente a suo agio in parti da thriller o comiche, come dimostra la sua partecipazione a pellicole come Chi sta uccidendo i più grandi chef d’Europa? o Omicidio sull’Orient Express.

La Bisset, che non si è mai sposata, nonostante i lunghi rapporti con il russo Alexander Godunov, l’attore Vincent Perez e il magnate Victor Drai, è anche la madrina di Angelina Jolie. Per il suo notevole impegno nel cinema francese nel 2010 è stata insignita della Legione d’onore.

Recentemente è comparsa nel chiacchieratissimo film di Abel Ferrara dedicato all’affaire Strauss Kahn, Welcome to New York, dove interpreta la giornalista Anne Sinclair insieme a Gerard Depardieu.

photo credit: mooon2 via photopin cc