Non ci si può stare tutti simpatici, si sa… soprattutto tra ‘artisti’!

A dimostrarcelo questa volta è J-Ax, conosciuto per essere stato uno dei primi rapper nel nostro Paese, anni in cui l’hip hop americano spopolava in tutto il mondo, mentre qui era considerato un genere non degno di nota e affrontato, così come è ancora oggi nel mainstream, con poco rispetto per la sua storia.

In un’intervista pubblicata da Tv Sorrisi e Canzoni, l’ex Articolo 31, ora giudice del talent di Mamma Rai The Voice avrebbe dichiarato “The Voice è l’unico talent che ospita cantanti di ogni età, anche chi ha avuto una carriera e non è arrivato dove voleva. Ci sono Pelù e Noemi, discograficamente rilevanti e attivi. Mica come Morgan. E poi c’è Raffaella Carrà“.

Insomma, Morgan, colui il quale ha vinto praticamente tutte le edizioni di X Factor portando alla luce talenti come la stessa Noemi, Chiara Galiazzo, Michele Bravi e, l’uomo dei record del 2013, Marco Mengoni, non sarebbe discograficamente rilevante.

J-Ax si è forse dimenticato l’esperienza artistica di Morgan a capo dei Blu Vertigo e le incredibili competenze dimostrate in questi anni.

J-Ax forse l’ha buttata lì quella frase, non è infatti possibile non sia consapevole di cosa significhi essere mentore e giudice, di quali caratteristiche il suo ruolo nel talent abbia: consigliare, condurre, stimolare, mettere in luce, educare (nel senso si ‘educare’ ovvero ‘tirar fuori’).

In tutto ciò non c’entra nulla essere ‘discograficamente rilevanti e attivi’, lo ha dimostrato per esempio lo stesso Mika, star internazionale che però non è riuscito a vincere il talent di Sky, pur essendo lui anche un ottimo tutor.

Insomma… attendiamo la risposta di Morgan che probabilmente non tarderà ad arrivare, come potrebbe anche non farsi attendere una smentita da parte del rapper degli spaghetti.

Foto tratte da Profili Facebook Ufficiali di Morgan e J-Ax