Mancano pochi minuti all’inizio della seconda puntata di Italia’s Got talent 5, l’appuntamento è sempre su Canale 5. Anche la nuova edizione piace molto al pubblico di tutte le età, la dimostrazione sono gli ascolti molto alti, nella prima puntata hanno superato abbondantemente i 5 milioni con punte di 7, portando lo share al 28%.

Ancora una volta i tre giudici di Italia’s got talent 5 sono chiamati ad esprimere un giudizio sugli artisti che si cimenteranno in esibizioni che a volte commuovono, altre divertono molto, alcune sono proprio da dimenticare. L’ospite di questa sera sarà una pupilla di Maria De Filippi oltre che amatissima dal pubblico soprattutto giovanile.

Sarà, infatti, Alessandra Amoroso, lanciata ad Amici di Maria De Filippi l’ospite tanto attesa che presenterà in anteprima il nuovo singolo “Amore puro”, apripista del nuovo album che ha visto la collaborazione di Tiziano Ferro.

A fra poco con l’imperdibile diretta della seconda puntata di Italia’s got talent 5.

Eccola la neo signora De Martino, in splendida forma anche se le puntate sono registrate, Belen Rodriguez è ugualmente radiosa. Rapida presentazione dei giudici e poi si parte con le esibizioni dei talentuosi. Primo a presentarsi è Andrea Masotti ha solo 15 anni, fa un ballo diverso usando una parte della faccia. In pratica balla con le sopracciglia, il ragazzo ha anche una faccia simpatica. Sorprende la sua esibizione e tutto il pubblico si alza in piedi. Il ragazzo piange e passa con tre sì, l’improvvisazione è il suo forte.

E’ il turno di un gruppo di tuffatori, la prova è esterna, naturalmente. Si chiamano Heroes Diving Team e si lanciano da un’altezza di 25 metri in una piscinetta. Pazzesco, a guardarli sembrerebbe la cosa più semplice da fare al mondo. I ragazzi raccontano che è stata la prima volta, in generale la massima altezza in qualsiasi struttura è di 10 metri. Bravissimi! Passano ovviamente con 3 sì.

Daniele Sandona arriva da Vicenza, è già stato ad Italia’s got talent 2 anni fa, Rudy Zerbi si becca “dell’animale” per non averlo fatto passare la volta precedente. La sua specialità sarebbe quella di pedalare su una pedana e cantare in contemporanea. Peccato che non riesca neanche a salire sulla bicicletta. Per la serie “Se non son pazzi, non li vogliamo”, torna a casa fra le risate generali.

Antonino Storniolo si esibisce con vari attrezzi, arti marziali, sciabole ed un’antica arma da difesa. Salta seduto sulla cordicella dell’arma con una incredibile agilità, tutta forza degli addominali. Maria chiede di guardarli, ma lui indossa la maglia della salute. Passa con 3 sì.

Antonio Barbieri, di Reggio Emilia, arriva con i due nipotini, la loro esibizione è con una tenerissima cagnetta, Sally, che gioca a calcio. Stupenda e passa con tre sì, neanchè il minimo dubbio.

Sono due ragazza e non si conoscono, spiega Belen Rodriguez, in comune lo stesso talento, Arianna Fioriti, 17 anni studentessa di Perugia, e Emanuela Pitarresi, siciliana, 20 anni. Si esibiscono insieme, ma gareggiano separatamente, il loro talento è quello di cantare accompagnandosi con la percussione su un bicchiere e battendo le mani, sullo stile di Pitch Perfect. Passano entrambe con tre sì.

E’ un animatore a tutti gli effetti, canta e balla, come un perfetto showman, diciamo che sembra essere il clone di Daniele Piombi. Si chiama Giancarlo Tartaglia, ha 41 anni e da 27 anni è in strada, dice, sogna una carriera alla Fiorello. Maria De Filippi lo vede lavorare in crociera, lei e Scotti si sentono miracolati per non aver mai dovuto sostenere un provino e lo fanno passare con 2 sì.

Andrea Cerrato, giovane e faccia pulita, presenta un misto fra hip hop e cerchio acrobatico, Zerbi non lo fa passare, Maria e Scotti, invece, approvano.

Una montagna d’uomo, è Cosimo Ferrucci, di professione autodemolitore ed arriva sul palco con due blocchi di marmo da 120 kg cadauno. Vien da pensare che le auto le demolisca con le mani. Fisico imponente e faccia da buono, strappa gli elenchi telefonici con le mani ed è una sorta di funivia umana. Passa con 3 sì.

Les Moldaves, due artisti giocolieri veramente bravi, hanno dato vita ad un numero simpaticissimo con niente, 12 palline e via. Passano, naturalmente, con 3 sì.

Che dire di fronte a personaggi simili? L’intento è quello di cantare in sardo un grande successo. E’ la serata dei sosia, Francesco Tidu lo è di Checco Zalone, e tenta di cantare “Show must go on” che diventa “Su Mascarpon”, storia di un aiuto cuoco che si dimentica di comprare il mascarpone e lo chef si arrabbia. Molto divertente, ma non c’è voce. Simpatico davvero ma non passa.

Prova esterna per Argon, i tre giudici lo premiano per la sua perfetta corsa a ostacoli, con la particolarità che corre all’indietro. Passa con 3 sì. Sul palco tre maturi signori, sono Attilio, Pasquale e Michele, i Pentaclown, sono 3 educatori che “guardano il mondo con gli occhi del clown”. Straordinari! Tre sì meritati.

Una carrellata di talentuosi che non riescono a superare il giudizio dei 3 giudici Italia’s got talent 5. I Social Guitar Project sono un gruppi di giovani chitarristi che cantano Knocking on Heavens’ door. Passano con 3 sì.

Bravissimi anche gli I.Ma.Gi.A, un po’ maghi e un po’ clown, due donne e due uomini, tutti imprenditori e artigiani. Piacciono molto ai 3 giudici.

Il grande ritorno di Alessandra Amoroso che presenta il singolo apriprista del nuovo album. Ancora una volta Maria De Filippi rispetta la tradizione di ospitare la sua pupilla nelle sua trasmissioni quando ha qualcosa di nuovo da presentare. Sono emozionatissime entrambe. Alessandra piange a fine esibizione e poi corre ad abbracciare i giudici.

E’ un mago, forse, e si chiama Ewan, ha anche una sega elettrica e coinvolge Belen Rodriguez. Più cabarettista che mago, tempi perfetti per Maria. Faccia da bravo ragazzo e molto simpatico. Il pezzo forte è un esercizio con due birilli e la sega elettrica in funzione. Tre sì. Chiede di fare un altro numero: “la spazzolino della morte” che altro non è che uno spazzolino che ruota intorno all’indice con un’apparente facilità.

Stefano Tugnolo (in arte Stefano Fortebracci), con aspirazioni di fare l’anomatore. Non è giovanissimp, ha 52 anni, dice di non aver mai lavorato, il comune gli dà un sussidio mensile ma non un lavoro. Può essere? Non passa!

Alex Sorgente, 15 anni, mamma americana e papà italiano. Sul viso i segni di un incidente in questo sport pericoloso che pratica. Skateboarder che gira il mondo con il suo skate. Alle spalle c’è molto allenamento. Tre sì anche per lui.

Aurélie Bura è un’acrobata incredibilmente brava, uno spettacolo meraviglioso che abbiamo già visto fare a Stefano Scarta, vincitore di Italia’s got talent di qualche anno fa. Riesce a stare attaccata alla pertica con la sola forza dei piedi. Non è affatto facile, riese a passare da un palo all’altro, sembra quasi che voli. Anche per lei 3 sì.

Passa la boyband Fourone. Eduardo Surace, poliziotto, propone un ballo sulla base di uno strano verso che emette con la bocca agghindato con una improbabile tuta fluorescente che certo non gli dona. Non passa.

I Beat Brothers, artisti di strada comici, presentano due numero surreali, sono Davide e Stefano, uno di Cervia e l’altro di Roma. Lavorano insieme dal 2008 e superano il turno con tre sì.

Elisa Dominici, libera professionista, 27 anni, regala un numero davvero molto originale. Da una tastiera riesce a comandare i giochi d’acqua da una fontana, luci colorate e getti d’acqua a suon di musica. Stupendo! Tre sì anche in questo caso.

Salvatore Leone ha una forte memoria visita, Simone prepara 10 carte alle quali dà una velocissima occhiata e riescerne a darne il totale. Dieci persone diranno il loro nome, lui riesce a sommare i caratteri. Passa con 3 sì.

Il gruppo si chiama Marilù, cantano stile anni 50, i ragazzi brillantinati passano il turno.

La puntata è finita, alla prossima!