Debutta il 24 febbraio, in prima serata su TV8, la 3a edizione di Italia’s Got Talent. E, dato che squadra che vince non si cambia, tornano come giudici Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Frank Matano e Nina Zilli, con alla conduzione Lodovica Comello.

“Quando sono arrivata lo scorso anno ero un po’ nervosa, mi trovavo in fase di rodaggio, ma alla fine mi sono divertita, anche perché ho ricevuto una splendida accoglienza. Poi ho avuto modo di scoprire anche degli aspetti di me prima sconosciuti e per questo mi sono persino commossa” – racconta la giovane showgirl nel corso della conferenza stampa milanese – “Amo il mio ruolo, perché sono una sorta di mamma per i concorrenti, vivo la loro ansia prima di salire sul palco e le emozioni post esibizione: è per questo che mi sento una privilegiata”.
Nel corso delle dieci puntate previste (sette di audizioni, due di semifinali e una finale) vedremo passare numerosi aspiranti talenti (nelle discipline più disparate) provenienti da tutta Italia, alcuni dei quali hanno già catturato il cuore dei giudici.

“Tutti noi, a parte Nina che è molto precisa, cambiamo spesso idea perché finiamo per farci trasportare delle emozioni del momento, anche perché ci sono concorrenti che ti muovono l’anima” – confessa Luciana – “Vedere queste persone che ci credono e fanno di tutto per realizzare il loro sogno penso possa rappresentare un messaggio di positività, soprattutto in un momento come questo”.
“In realtà anche a me piace chi mi fa emozionare, che sia un cantante ma anche un ballerino” – precisa Nina – “Nel corso delle audizioni si sono presentate molte donne capaci e chissà, sarebbe bello, se per una volta il vincitore finale fosse femmina”.
“Io invece con gli anni sono cambiato e ho notato che ormai alla perfezione preferisco l’imperfezione, le cose inaspettate” – commenta Claudio e gli fa eco Frank: “Entro subito in empatia con chi è naturale e non cerca di strafare. È importante come uno si pone”.

Questa edizione vedrà anche la partecipazione di special guest come Beppe Fiorello e Fabio Fazio, che si presenteranno in vesti inconsuete.

Ricordiamo che accederanno alle semifinali i 24 miglior performer, che poi si ridurranno a 10 per la finale prevista live da Milano. A quest’ultimi si aggiungeranno altri 5 talenti, ripescati grazie alll’ambitissimo Golden Buzzer dei giudici e di Lodovica.