La finale di Italia’s got talent 2015 condotta da Vanessa Incontrada si apre con  la partecipazione straordinaria di Simon Cowell, il discografico e produttore inglese padre del format  got talent, l’esibizione dei Diversity e l’ingresso dei nostri giudici Claudio Bisio, Nina Zilli, Frank Matano e Luciana Littizzetto.

Gli Straduri Killa, Gaggi, Shark & Groove, i Vanity Crew, Simone Al Ani, Skuba Libre, Toni Bonji, Martina Giammarini, Caterina Giordano, Cisky, i Nerd Force Crew e i Camillas sono i finalisti che si sono sfidati a Italia’s Got Talent e tutti hanno portato il livello dello show agli standard internazionali con performance curate in ogni dettaglio e piacevolmente sorprendenti.

Sul podio dell’edizione 2015 sono saliti Straduri Killa con una coreografia ispirata ai videogiochi e al film Matrix, Simone Al Ani esperto illusionista ipnotizza il pubblico con delle sfere che sembra si moltiplichino attraverso un cerchio e per finire gli Shark And Groove che per l’occasione hanno scritto e composto un nuovo brano dal titolo Ho cambiato la realtà.

Il vincitore  di Italia’s got talent 2015 è Simone Al Ani che al televoto si aggiudica il montepremi di 100 mila euro e la possibilità di esibirsi a Las Vegas nel tempio della magia e dell’illusionismo.

Dalla scheda del vincitore Simone Al Ani si legge Simone è un grande appassionato di magia e movimento che negli ultimi otto anni ha girato il mondo, stando pochissimo in Italia. Ha preso una perla in ogni posto che ha visitato e nel tempo energia e calma lo hanno aiutato in quello che fa. A Italia’s Got Talent ha presentato un numero di manipolazione dinamica, arte che secondo Simone non ha bisogno di definizioni, si osserva.

Per quanto riguarda la prima edizione targata Sky bisogna notare che a livello di ascolti e riscontro dal pubblico c’è una differenza negativa rispetto a quanto andava in onda sulla generalista mediaset. Il format assomiglia molto di più allo standard internazionale ma perde quella narrazione e quello storytelling che il pubblico italiano ama ed è proprio dei programmi targati Maria De Filippi.

La giuria molto vincente sulla carta a deluso soprattutto Luciana Littizzetto che sembra sempre svogliata e con molta fretta di andarsene come nell’ultimo Sanremo condotto con Fazio.

Claudio Bisio e Nina Zilli hanno brillato a tratti mentre Frank Matano è la vera carta vincente sempre pronto a coprire silenzi per talent citando Malika Ayane. Vanessa Incontrada è come sempre un’ottima padrona di casa che ha saputo portare a termine il suo compito senza un guizzo di novità.

L’edizione 2016, annunciata dalla Incontrada, in cui i casting sono già partiti subirà dei cambiamenti ?