Si entra nel vivo del talent show acchiappascolti della rete ammiraglia Mediaset, stasera la prima semifinale.

Comincia questa sera la corsa al premio finale di tutti i talentuosi di Italia’s got talent 2013, la resa dei conti di tutte queste settimane di casting che ha visto esibirsi sul palco talentuosi di ogni tipo, dagli illusionisti agli spogliarellisti, dagli acrobati ai cantanti, dai ballerini agli improbabili maghi.

In alcuni casi si è vista grande professionalità, altri personaggi volevano solo far vedere quel che sapevano fare, altri ancora solo un attimo di celebrità. Italia’s got talent 2013 ha un grandissimo seguito di pubblico che è calamitato da queste esibizioni. Oltre 8 milioni di telespettatori davanti al piccolo schermo, ed un pubblico in sala che si lascia stupire e divertire, partecipe anche ai sì o no dei tre giudici Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti.

Ed ecco i 40 nomi dei semifinalisti di Italia’s got talent 2013 che si esibiranno da questa sera ed il 9 marzo, per poi arrivare alla finalissima che incoronerà il vincitore di questa edizione:

Ala Berht: stupenda voce, un passato difficile e la voglia di dimostrare che vale qualcosa a dispetto delle dicerie. Un cantante ermafrodita che ha ammaliato davvero tutti.

Alessandro Barbero: biker acrobatico che si esibisce in esterna, ma nulla di eccezionale.

Andrew Basso: escapologo che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino alla fine della performance.

Beppe Brondino e Madame Zorà: mentalisti che non hanno permesso di scoprire i loro trucchi.

Bellemorèa: un gruppo di canto e ballo popolare che rende omaggio alla tradizione della Sicilia, una delle regioni più belle d’Italia.

Cascade Demo Team: muscolosi stuntman che hanno anche fatto la gioia di Maria De Filippi con il loro strip finale.

Davide Nicolosi: un mago che ha divertito tutti con la sua performance ed il suo simpatico tormentone ‘Yesss’.

Davide Zongoli: ballerino, una delicata esibizione che ha sciolto il cuore dei giudici.

Daniel Adomako: giovanissimo cantante nero che ha sfoderato una stupenda voce, tanto incredibile da meritarsi una standing ovation e persino la commozione Rudy Zerbi. Potrebbe essere anche il vincitore.

Daniele e Alessandro Suez: due giovanissimi fratelli acrobati della provincia di Torino.

Daniele Doria: bravissimo esperto di parkour, una disciplina molto precisa che mette alla prova sia fisico che mente.

Eugenio Scarlato: mai visto prima, è un rapper in lingua italiana dei segni, grande lezione per tutti, si può comunicare anche senza utilizzare le parole.

Face of disco: gruppo composto da due ballerini che si sono esibiti con maschere di personaggi famosi, fra cui Maria De Filippi, Mario Monti, Angela Merkel.

Folco Team: gruppo di stuntcar formato dai fratelli Darex e Patrick Folco e l’amico Riccardo Marches.

Fratelli Lo Tumolo: comici che ricordano tanto lo Iettatore di Avanti un altro.

Full Jumpers: gruppo di acrobati che, fra salti e acrobazie, che a fine esibizione di spogliano.

Gruppo Drum Theatre: un gruppo di ragazzi percussionisti tutti portatori di handicap e autistici.

Gemelli Siamesi: duo comico fiorentino che Gerry Scotti aveva immediatamente associato alle grandi coppie comiche italiane.

Gli Sconcertati: un numeroso gruppo di cantanti lirici che aveva guadagnato tre sì dalla giuria.

Hair Long: una giovanissima band rock vagamente bohémienne che si sono ispirati ai loro genitori, giovani capelloni dei tempi che furono.

I Retroscena: una parita a ping pong virtuale orchestrata da performer che si nascondono nell’oscurità.

I Tackipirinas: band comica demenziale, che ha lanciato a Italia’s got talent 2013 il tormentone ‘Tu non mi tagghi più’.

Jeanpierre Bianco: actor-clown che ha fatto parlare il suo ginocchio, una persona molto particolare.

K Tau: ballerini breakers che hanno coinvolto tutti al ritmo della strada.

Los Hermanos Macana: due fratelli ballerini di origini italiane che danzano un appassionato tango tornando alle origini, quandi si ballava solo fra uomini. Orgoglio di Belen Rodrigue, argentina come loro.

Leonardo Fiaschi: imitazioni più o meno divertenti.

Marco Zoppi: artista di bolle di sapone, ci aveva già provato tre anni fa.

Marco Giorgio: performance in bicicletta strepitose.

Michele Felizzi e Ilaria Pancetti: indie hop degli anni Venti è il loro genere, erano piaciuto sia a pubblico che a giuria.

New Wrestling Evolution: tre wrestler che simulano un incontro di lotta molto reale, tanto da aver preoccupato Maria De Filippi, ma era tutto finto.

Nick Casciaro: istruttore di windsurf con aspirazioni di cantante, come lui ce ne sono tanti.

Nicola Vorelli: parrucchiere napoletano con aspirazioni di cantante anomalo che propone una divertente versione di’Buonasera dottore’ appartenuta a Claudia Mori.

Raffaele Comoli e Vincenzo Veneri: il mago e l’inventore che ha fatto molto divertire Gerry Scotti e Rudy Zerbi, molto meno Maria De Filippi che non vedeva in loro niente di eccezionale per poter proseguire a Italia’s got talent 2013.

Ripalta Bufo: cantante lirica, voce limpida e virtuosismi che sono piaciuti anche al sempre ipercrito Rudy Zerbi.

Roberto Carlisi: una vita non troppo facile alle spalle, cerca il riscatto e dedica il successo ai suoi figli.

Rossella Regina: bizzarra e variopinta, sembrava essere un personaggio del musical Priscilla, scambiata per comica, si è poi scoperta avere un incredibile talento vocale.

Sara Venerucci e Danilo Decembrini: freschi sposi di Rimini, si sono esibiti sulle note di Skyfall di Adele suo loro pattini a rotelle, impresa difficile per le dimensioni del palco.

Stefano Orselli Lucia Triolo: è la rappresentanza dei mimi, un’arte molto semplice ma nel contempo difficilissima, una delle discipline più antiche al mondo non alla portata di tutti.

Tamara Tassi: ballerina di pole dance bravissima ad esibirsi con il pale, elemento fondamentale per questa disciplina, che lei usa abilmente e leggiadra.

Walter Orfei Nones Malachikhine: giovanissimo verticalista che aveva incantato tutti per la leggerezza con la quale aveva affrontato un prova molto impegnativa.