Tutto pronto per ripartire il 12 gennaio con la nuova edizone del talent per estrosi talentuosi di tutte le età.

Squadra che vince non si cambia, dunque, nella nuova edizione di Italia’s got talent 2013, che ripartirà il 12 gennaio, sempre su Canale 5, al comando del talent più bizzarro della televisione, non ci sono sorprese nel cast, alla conduzione resta la ‘coppia di fatto televisiva’, Simone Annichiarico e Belen Rodriguez.

Se per Simone Annichiarico l’anno è trascorso serenamente, per Belen Rodriguez è stato un susseguirsi di gossip, dalla rottura con Fabrizio Corona, alla relazione iniziata tumultuosamente con Stefano De Martino ad Amici, fino ad arrivare alla gravidanza, giunta ormai al sesto mese. Un colpo di scena dietro l’altro, iniziato con il gran clamore della celeberrima farfallina orgogliosamente esibita al Festival di Sanremo.

Si era ipotizzato un allontanamento di Belen Rodrigugez dalle trasmissioni di Maria De Filippi per tutto quel clamore creato intorno a lei, ma così non è stato, potremmo dire che la show girl argentina raddoppia, visto che sul palco ci sarà anche il piccolo Santiago che attende da Stefano De Martino.

La scorsa stagione Italia’s got talent aveva avuto un boom di ascolti, il bizzarro talent piace agli italiani, oltre che per le performance, ci sono i tre giudici Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti, che hanno il loro seguito di fedeli.

Belen Rodriguez e Simone Annichiarico, intervistati dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, raccontano qualcosa in più, Belen Rodriguez sostiene che il suo segreto sta tutto nella sua umiltà:

Per non risultare antipatici ai giurati e al pubblico bisogna evitare l’arroganza. L’umiltà paga sempre. Certo, bisogna essere consapevoli del proprio talento.

Sui giudici di Italia’s got talent Gerry Scotti il più sensibile:

Gerry si commuove con l’umanità delle persone mentre Maria è una psicologa, è obiettiva ed ha un perfetto equilibrio tra testa e cuore.

Anche Simone Annicchiarico dice la sua sul dissacrante Rudy Zerbi:

Lui dovrebbe addolcirsi un po’. I concorrenti lo temono e mi chiedono di mettergli più zucchero nel caffè [...] Dei talenti mi stupisce la disinvoltura: in quattro anni di conduzione non ne ho mai vista una bloccarsi per l’emozione. Chi canta pezzi d’amore conquista tutti quando intona le note più alte. La prosopopea italiana funziona sempre.