Inizierà fra pochissimo la seconda semifinale di Italia’s got talent 2013, che, anche quest’anno, ha portato a casa risultati di ascolto molto alti, anche se, nell’ultima puntata sono stati lievemente in calo. Anche questa sera i talentuosi, più o meno bizzarri, cercheranno di entrare alla finale del talent show previsto, sempre in diretta, il prossimo sabato 16 marzo.

Sarà il televoto da casa a stabilire chi supererà il turno e passerà alla finale di Italia’s got talent 2013, nel ballottaggio, invece, il compito spetterà ai tre giudici, Maria De Filippi, Gerry Scotti, più morbidi nelle decisioni, ed al severissimo Rudy Zerbi. Nella prima semifinale sono già stati promossi i primi otto finalisti.

Questa sera non dovrebbe esserci Belen Rodriguez, costretta al riposo assoluto, ma non c’è nulla di preoccupante. Condurrà solo Simone Annichiarico che, detto fra noi, basta e avanza, per quello che c’è da fare nella conduzione di Italia’s got talent 2013. Fra i finalisti, forse i migliori sono la coppia di tangheri e il cantante Daniel. Vedremo stasera che cosa succederà.

Simone Annichiarico solo, come da previsione, presenta i giudici, sportivissima Maria De Filippi in maglietta a righe che quasi confonde la vista. Per non sentirne la mancanza, il sempre ingessato Simone, si è portato sul palco il cartonato di Belen Rodriguez.

La prima cinquina della seconda semifinale di Italia’s got talent 2013 parte con i KTau, ballerini, un gruppo di 11 ragazzini che non superano i 17 anni. E chissà se riusciranno a convincere Rudy Zerbi che, la prima volta, non era rimasto molto estasiato, notoriamente a lui non piace l’hip hop.

Tocca ai demenziali i musicisti Tachipirinas, a Maria De Filippi non piacciono troppo, al contrario Zerbi e Gerry ne sono entusiasti. Sono simpaticissimi, hanno ricevuto messaggi da tutto il mondo, raccontano, anche dalla Cina:’ Abbiamo tanto riso!’ Una battuta via l’altra, Maria continua a non ridere, ed in effetti non sono all’altezza dei provini. Deludenti!

Walter Orfei Nones Malachikhine, solo 16 anni, con il sangue circense nelle vene, visto la famiglia da cui proviene. Bravissimo, nonostante sia molto giovane, al pari di un grande ginnasta. È davvero emozionante, del resto è figlio d’arte.

Ha 23 anni, arriva dal Trentino, Nick Casciaro, istruttore di wind surf, bellissima presenza. La passione per il canto lo ha portato a Italia’s got talent 2013, confortato dall’appoggio del papà. Canta ‘Knockin’ on Heaven’s Door’, è un bel vedere, ma anche un bel sentire. Il pubblico è tutto dalla sua parte, Maria ha notato che Nick guardava il pubblico, non era paura, stava cercando suo padre. Ma che bel ragazzo e che dire del padre?

Prova esterna per Alex Barbero, bmx freestyler, passato con tre sì dei giudici. Attualmente si sta allenando negli Stati Uniti a Philadelphia, è venuto in Italia appositamente per Italia’s got talent 2013. Bravissimo, con quella bicicletta sembra che voli, come fa notare Scotti. Questo è talento, sancisce Zerbi. Confessa di aver avuto qualche problema con gli allenamenti questa settimana a causa del maltempo.

Chiuso il televoto, Simone Annichiarico annuncia i risultati, il primo finalista è Alex Barbero, i Tachipirinas tornano a casa, i giudici dovranno scegliere fra Nick Casciaro e Walter Orfei, ballottaggio difficilissimo. Rudy sceglie Walter, Gerry fa passare Nick, dopo un lungo giro di parole, la De Filippi non sa decidersi fra ragione e cuore. Il secondo finalista è Walter, ha scelto la ragione. Di talent di canto ce ne sono tanti, spiega al pubblico che avrebbe preferito Nick, che aveva davvero bisogno di farsi conoscere, al contrario del verticalista che ha alle spalle un circo conosciuto a livello mondiale.

Si passa alla seconda cinquina, che comincia con i Full Jumpers, gruppo di acrobati spogliarellisti, per la gioia delle femminucce. Restano in mutande, Zerbi scherza, si chiede perchè le donne siano tanto entusiaste, tutti gli uomini sono fatti così. Spiritoso! Pezzo energico che, però, non sembra molto convincente.

Torna Ala Berht, cantante, una voce stupenda che aveva convinto i tre giudici. Una vita difficile alle spalle, un riscatto per lei che ha scelto Ala, il suo nome, come simbolo di libertà di esprimere il suo vissuto. Canta ‘You’re not alone’, di Michael Jackson. Voce emozionante, i giudici non vogliono esprimere giudizi per non influenzare il televoto.

Davide Zongoli, ballerino, aveva già partecipato ad Italia’s got talent, quest’anno si ripresenta da professionista. Si esibisce con l’elastico, bella la scenografia e lui che quasi vola, trasmette un incredibile senso di leggerezza.

Maria De Filippi fa promozione per il ritorno di Gerry Scotti lunedì con The Money drop. Poi spazio a I Gemelli Siamesi, comici toscani simpaticissimi, passati con tre sì. Due maldestri cabarettisti che la volta scorsa avevano giocato molto sui doppi sensi. Questa volta non sembrano particolarmente simpatici.

Daniele Doria, è esperto di parkour, una disciplina particolarmente difficile e pericolosa. Non conosce barriere architettoniche, l’arte del superare ostacoli, di questo si tratta. Salta da una parte all’altra dello studio con estrema facilità. Spettacolare esibizione. L’unica cosa umana, dice Scotti, è il fiatone. Il parkour è uno stile di vita, più che uno sport, corpo e mente devono essere in perfetta sintonia.

La busta dei verdetti della seconda cinquina, vede passare direttamente alla finale di Italia’s got talent 2013 è Daniele Doria, come aveva previsto Maria De Filippi, ringrazia tutti anche il quartiere di Quarto Oggiaro di Milano, piuttosto degradat, dice, è vero, ma ci sono anche brave persone. Al ballottaggio finiscono Ala Berht e I gemelli siamesi, Maria sceglie questi ultimi, Gerry fa passare Ala, vanno in finale i comici toscani.

Terza cinquina, si comincia con le esibizioni di due fratelli romagnoli che vivono in Sardegna, gli Eventi verticali. Anche questa volta l’esibizione è spettacolare.

Eugenio Scarlato, rapper per sordi, il brano viene introdotto da un messaggio sociale sulla poca considerazione in Italia della lingua dei segni, l’unico modo per i non udenti di comunicare con il resto del mondo. Il rapper Jaka, con lui sul palco, ha collaborato con Eugenio per realizzare il rap nel suo linguaggio.

Gli Sconcertati, sono giovani cantanti lirici che giocano molto con la musica. Questa volta lo fanno con Rossini.

Roberto Carlisi, di mestiere fa il rappresentante di aspirapolveri, con il sogno di fare il ballerino a mo’di Carrà e Cuccarini, incluso Heather Parisi delle quali imita alla perfezioni i movimenti. Una esibizione molto curiosa che raccoglie molti consensi, questa volta è accompagnato da belle ragazze. Di sicuro il movimento di spalle e bacino è meglio di quello delle ballerine professioniste, dice Maria, e gli fa fare il bis. Ma non è ‘favoreggiamento’? Comunque, per uno che non ha mai studiato ballo, è bravissimo!

Sono tre volte campioni del mondo di pattinaggio su rotelle, Sara Venerucci e Danilo Decembrini si conoscono da quando erano bambini, talento da vendere, ed una coppia anche nella vita. Bravi e belli, oltre che eleganti nei movimenti.

Simone Annichiarico apre il televoto, direttamente alla finale di Italia’s got talent 2013 passa Roberto Carlisi, come aveva auspicato Gerry perchè rappresenta uno di noi, gente comune, senza preparazione tecnica di sorta. Al ballottaggio i Sara Venerucci e Danilo Decembrini e Gli sconcertati, a decidere le sorti questa volta è proprio Gerry Scotti che sceglie i pattinatori.

La quarta e ultima cinquina è aperta da Rossella Regina, cantante che ai casting sembrava si presentasse in veste di comica, si è poi scoperta essere una bravissima cantante. Per lei ‘Woman in love’, una bella voce unita ad una grande dose di simpatia. Gioca molto sul suo personaggio e Maria le suggerisce di ‘tirarsela un po’ senza sminuirsi troppo.

Tamara Tassi, insegnante di pole dance e stunt per le fiction tv, ha iniziato a ballare a 4 anni, è un giusto mix fra atleta e ballerina. Che eleganza e che stile! A guardarla sembra che sia così semplice usare quel palo, in realtà alle spalle c’è molto allenamento. Il tatuaggio sulla schiena, spiega, è la storia della sua vita.

Michele Felizzi ed Ilaria Pancetti, ballerini che ci riportano indietro agli anni ’30 con la Lindy Hop.

Jeanpierre Bianco, artista di strada, dolce, romantico, in arte PasPas, si definisce un ‘collezionista di attimi’. Bellissima esibizione, l’altra volta era il ginocchio il protagonista della sua performance. Con lui si torna davvero bambini, tempi lontani in cui ci si divertiva con niente. Riesce a fare cose grandi con semplici oggetti, un paio di guanti da cucina diventano due pesci che cantano. Stupendo.

Ultimi ad esibirsi i New Wrestling Evolution, un gruppo di wrestler che fanno paura tanto è la loro prestanza fisica. Certo con loro non conviene litigare, meglio tenerseli buoni. Molto scenografica la loro esibizione.

Simone Annichiarico apre l’ultimo televoto della serata con la solita clip riassuntiva delle esibizioni. Il primo concorrente che passa direttamente alla finale di Italia’s got talent 2013 è Jeanpierre Bianco. Il ballottaggio è fra due concorrenti che non hanno nulla in comune fra loro, i wrestler e Rossella Regina, Maria la sceglie, Gerry i wrestler, Rudy fa passare Rossella.