Tanti i concorrenti estrosi di questa puntata, Maria De Filippi imita la gallina, l’arzillo cantautore che scrive canzoni osè.

Ancora una puntata che è riuscita ad avere grandi ascolti, Italia’s got talent 2013 ha sfiorato i sette milioni di telespettatori con 6.995.000 ed uno share del 30,2%. Il motivo è sempre lo stesso, puro divertimento per tutta la famiglia, improbabili cantanti, imitatori e ballerini, maghi e tanto talento incompreso. Così, anche ieri sera il trio De Filippi, Scotti e Zerbi ha vinto negli ascolti.

Simpatico il siparietto di Maria De Filippi che, ispirata da un concorrente che imita il verso degli uccelli, si diverte ad imitare la gallina, come quando faceva da bambina.

Nelle semifinali di Italia’s got talent 2013, dunque, rivedremo i concorrenti:

Faces of disco, due ragazzi, di cui uno inglese, che hanno ballato indossando maschere di diversi personaggi famosi. Simpaticissima la finale con Angela Merkel e Mario Monti che hanno dato vita ad un balletto. I ragazzi avevano partecpat a Britain’s got talent.

Nino Bonelli ha collaborato con il suo simpaticissimo pappagallo Chiquito, coinvolge anche Belen Rodriguez per un gioco di magia.

Roberto Deri ci ha riprovato, la sua prima apparizione ad Italia’s got talent 2013 aveva avuto un inconveniente tecnico, il tapis roulant sul quale avrebbe dovuto esibirsi non funzionava, i giudici gli hanno dato una seconda possibilità. Non erano però convinti, quindi, gli propongono una sfida, tornare aumentando la difficoltà dell’esibizione.

Eventi Verticali, due fratelli che si sono esibiti in esterna, una performance in sospeso che ha lasciato tutti a bocca aperta.

Stefano Giomi, un artista di strada, ha cantato insieme ad un’amica speciale, un porta monete e un paio di occhiali, il look era completato da un boa. Con pochissino ha creato l’amica che cantato Sono come tu mi vuoi di Mina.

I Retroscena hanno preso spunto da un video online, e l’hanno reso più simpatico. Il risultato è piaciuto.

Matteo Schiavone aveva fatto le audizioni un anno fa con suo fratello. Commovente il ricordo del fratello ormai scomparso per un tumore. Ha cantato da solo e ha convinto tutti.

Elvis Martini e Betty Hoop spaventano Maria De Filippi con una esibizione dark che diventa poi ironica.

Francesco “Magic Voice” non dovrebbe passare, ma Maria De Filippi si è divertita molto e decide di farlo passare. C’è qualcosa, dice, anche se non sa cosa.

Rose Aste è una fan dei Beatles, e riesce a capire le loro canzoni dalle prime note, anno di pubblicazione e autori.

Mattia Russo è un bambino di 6 anni che canta Rino Gaetano. Simpaticissimo e vispo. Gerry gli dice di no, non è sicuro che possa reggere le semifinali. Passa comunque.

Dorian Cuoto è un ballerino che coi coltelli taglia i meloni. Chissà cosa taglierà la possima volta.

Marina Fedeli ed il Piccolo coro piccolo, canzoni stile Zecchino d’oro con ben altri significati rivolti agli adulti.

Roberto Carlisi ha una felice famiglia, ha sempre avuto la passione per il ballo, così ripete gli stessi passi della Carrà e della Cuccarini. Sono perfetti e stupisce i giudici e passa.

Beppe Brondino e Madame Zora’ sono maghi: lei riesce ad indovinare la carta pescata da un’altra persona o degli oggetti.

Vasco Maria Vagnoli è giovanissimo, a causa di una malattia congenita alla schiena non potrebbe cantare. Suona il clarinetto e canta. L’esibizione ha commosso tutti.

Sanna, Casula e Mariani danno vita ad una esilarante esibizione senza profferire nessuna parola con una rappresentazione della Gioconda. Dicono di averci lavorato per un anno.

Tanya e Graziano Tavoni, padre e figlia si sono riavvicinati da poco grazie al canto. Per Rudy non meriterebbero di vincere ma il messaggio che lanciano è forte, dunque, passano.

Fabio Damiani canta e si spoglia. Poi arriva Manuel Buttarelli, decisamente meno dotato fisicamente. Il contrasto è troppo simpatico ed incoraggia anche chi ha qualche muscolo meno. Passano.

Valentina Petrillo è una danzatrice del ventre che passa senza alcuna difficoltà.

Roberto Di Pasquale è un cantante, non piace a nessuno, canta Uno su mille con una sua interpretazione personale. Zerbi e Scotti non gli hanno risparmiato nulla. La De Filippi vuole dargli un’altra chance.

Il Gruppo flamenco Caracoles non fa nulla di eccezionale, il parere che il flamento fatto dagli italiani assuma tutto un altro aspetto ma passano.

Stefano Orselli è un clown non udente, alla De Filippi i clown non piacciono, ma la sua esibizione è simpatica, giuria e pubblico si divertono e passa.