Si esibiranno in 20, ma alla finale arriveranno solo in otto, chi ce la farà?

C’è molta attesa per la prima semifinale di Italia’s got talent 2013 che questa sera sarà in diretta, alla conduzione sempre Simone Annichiarico e la bella Belen Rodriguez con il suo pancione sempre più evidente. I tre giudici Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti, questa sera saranno affiancati dal televoto. Come vuole la formula, i semifinalisti sono 40 divisi in due gruppi, si esibiranno i primi venti, ma solo otto arriveranno alla finalissima.

Le puntate delle semifinali di Italia’s got talent 2013 sono due, la prossima settimana, sabato 9 marzo, ci sarà la seconda, poi la finale nella quale sarà proclamato il vincitore.

Anche quest’anno i giudici hanno mostrato il loro lato più divertente, Maria De Filippi ha fatto il verso della gallina e ha baciato Gerry sulla bocca, come faceva da piccolina, abbiamo visto un irriconoscibile Rudy Zerbi ai tempi in cui aveva ancora i capelli, ed ancora due spettacolari Zerbi e Scotti approcciarsi alla danza classica.

In splendida forma i conduttori che introducono i tre giudici, dopo i saluti di rito, parte la gara, viene introdotto il televoto e, per la felicità di Rudy Zerbi, potrà continuare a ‘buzzare’ se vuole interrompere l’esibizione. Breve carrellata dei semifinalisti, giusto per ricordare i 20 talenti protagonisti della prima semifinale di Italia’s got talent 2013.

Si parte bene nel super studio gremito di gente, si esibiscono il gruppo di stuntmant Cascade Demo Team, un vero e proprio spettacolo. Il secondo concorrente è Daniel Adomaco, il ragazzo ghanese con una meravigliosa voce che durante i casting aveva fatto commuovere Gerry Scotti e guadagnato la standing ovation. Daniel è un sopranista canta divinamente ‘At Last’ di Etta James. Non si è ancora ritrovato con il papà, dice il ragazzo, ma è sulla buona strada.

Tornano quelli del ‘non talento’, il duo anti-Copperfield Raffaele Comoli e Vincenzo Veneri, il mago e l’inventore, fortemente voluti da Zerbi e Scotti, assolutamente contraria Maria De Filippi. Uno spettacolo di cabaret che diverte molto i tre giudici. Maria si siede sul bancone, una forma di protesta. Diciamo che sono abbastanza noiosi se non fosse per gli interventi dei tre giudici che vivacizzano una performance inutile.

Hanno 15 e 12 anni i due fratelli ginnasti Daniele e Alessandro Suez, i due ragazzi avevano commosso Maria De Filippi perchè si erano abbracciati alla fine dell’esibizione durante i casting. Una esibizione decisamente elegante che piace nuovamente ai giudici.

Torna anche Marco Zoppi con le sue bolle di sapone, aveva già partecipato ad Italia’s got talent, si è ripresentato ancora più preparato. Una performance che apparentemente è semplice da eseguire, ma così non è. Applausi del pubblico e migliaia di leggere bolle sul palco. Per il protagonista, indipendentemente dal televoto, per lui è una vittoria essere arrivato alla semifinale.

Parte il televoto della prima cinquina di semifinalisti di Italia’s got talent 2013, i giochi sono fatti, come vuole il regolamento. In attesa del televoto, i giudici chiacchierano con i concorrenti e fanno notare che la scelta di Daniel è stata piuttosto sofisticata e sperano che questo non penalizzi il ragazzo. Ma è proprio lui il primo finalista di Italia’s got talent 2013, al ballottaggio davanti ai giudici Marco Zoppi ed i fratelli Suez, gli altri tornano a casa. A loro spetta il compito di decidere chi dovrà andare alla finale, Rudy sceglie i due ragazzi, scelta condivisa con Maria e Gerry.

La seconda cinquina parte con i Drum Theatre, un gruppo di ragazzi tutti con handicap, alcuni di loro sono giovanissimi e autistici. Per il maestro sono tutti suoi figli. Sono bravissimi con i tamburi, il più piccolo è tenerissimo, Belen lo prende in braccio, si chiama Davide.

Nicola Vorelli, il parrucchiere a domicilio che alle audizioni si era presentato facendo l’ape Maia. Tiene a precisare che è un artista completo, così questa volta presenta ‘Vecchio Frack’ in versione dance. Non è una esibizione strepitosa ma, tutto sommato, è sufficiente anche se ci si aspettava qualcosa di più.

É il momento dei Folco Team, esibizione esterna per loro con una performance ancora più pericolosa. I tre stuntmen sono davvero fantastici. Incredibile, passano anche attraverso le fiamme. Maria De Filippi ha urlato per tutta la rischiosa esibizione che li ha visti anche guidare vivacemente un trattore su due ruote.

Un modo molto particolare di fare spettacolo per I retroscena, un gruppi di maschietti e femminucce che arrivano dalla Lombardia. Esibizione nuova di zecca per questi ragazzi che, se hanno meravigliato la prima volta, in questa non sono stati sconvolgenti. Gerry ringrazia i macchinisti che rendono possibile lo spettacolo in diretta.

Leonardo Fiaschi è un imitatore che vive a Milano e lavora in una radio. Circondato da belle ragazze imita De Sica, Max Pezzali, Renga e altri. È bravo ma come lui ce ne sono tanti. Vedremo se convince i televotanti. Zerbi si complimenta per l’imitazione di Antonacci.

Il più votato della seconda cinquina è Leonardo Fiaschi che passa alla finale di Italia’s got talent 2013, al ballottaggio finiscono i Folco Team e i Drum Theatre. Gerry sceglie i ragazzi, Rudy gli stuntmen, il voto di Maria è decisivo, passano i Drum Theatre.

Ecco la terza cinquina, il primo concorrente è Ripalta Bufo, cantante lirica di Cerignola, in questa puntata abbastanza sonnachiosa, canta dal primo atto de La Traviata, ‘Sempre libera’. Bravissima, per carità, ma non vivacizza di certo la prima semifinale di Italia’s got talent 2013. Fioccano i complimenti dei giudici per questa Violetta di 22 anni che li convince. La ragazza spiega che il suo nome deriva dalla santa protettrice del suo paese.

Tocca alla coppia di mentalisti Beppe Brondino e Madame Zorà, la signora annuncia che vuole entrare in contatto telepatico con i presenti. Simone Annichiarico consegna a Maria una serie di fotografie, dovrà selezionarne una. Chissà perchè parla in rumeno invece che in italiano. Fra tanti oggetti, Gerry sceglie un gufo in peluche. A Rudy spettano i cd musicale, sceglie Lucio Dalla, l’esperimento è terminato. La signora sbaglia sulla scelta di Zerbi, ma all’interno del cd c’è un biglietto che chiarisce. L’occasione è giusta per ricordare il cantante scomparso.

I Faces of disco, sono due ragazzi, di cui uno italiano e l’altro iraniano. Ballano con grandi maschere sul viso che rappresentano personaggi famosi. Potevano mancare Berlusconi e Bersani? Certo che no! Rudy Zerbi balla con Shrek. Fantastici!

Stefano Orselli è un clown non udente, fa il mimo. Si esibisce con la sua fidanzata Lucia, questa volta non è divertente, a dire la verità, con il microfono fa di tutto, ma nulla di eccezionale. Di sicuro una performance molto intelligente. A fine esibizione si struscia su Belen Rodriguez, e chi non lo farebbe. Complimenti da tutti.

Giovanissimi, arrivano da Ravenna, sono gli Hair Long, hanno dai 13 ai 15 anni, hanno capelli lunghi, rockettari come lo erano i loro genitori alla stessa età. Una versione punk rock di ‘What a wonderful world’ che ricordiamo ancora nella versione dello straordinario Armstrong, c’è qualche problema con gli amplificatori. Peccato, molto coinvolgenti la prima volta, abbastanza deludenti questa.

Il televoto sceglie per la finale di Italia’s got talent 2013 i Faces of Disco, i giudici fra Hair Long e Ripalta Bufo scelgono quest’ultima.

L’ultima cinquina parte da Marco Giorgio, 22 anni, capaci di vere e proprie acrobazie con la sua bici. Il ragazzo vive in Germania ma suo padre è italiano doc. Rappresenta l’Italia all’estero con molto onore per questa disciplina non riconosciuta in Italia.

È il turno di Davide Nicolosi, viene dalla Brianza, potrebbe sembrare un rockettaro, in realtà e un mago mangiafuoco. Numero ad effetto, da una gabbia fuoriesce una tigre a due zampe, una bella ragazza inguainata da un tutina tigrata. Un numero veloce per lo ‘schizzo’ della situazione.

Belen Rodriguez cerca di accorciare i tempi e presenta i Bellamorea, gruppo folk siciliano passato con tre sì. Portano un pezzo della Sicilia sul palco di Italia’s got talent 2013, cantano un classico ‘Sciuri sciuri’. Battono tutti le mani seguendo il ritmo della musica.

Arrivano i fratelli Lo Tumolo introdotti dalla stessa musica de Lo jettatore di Avanti un altro. Sono pugliesi, una singolare performance molto simpatica a base di battute noir. Il pubblico esulta, in effetti è molto divertente. Come si dice, dulcis in fundo, e così è, la migliore della serata.

Gli ultimi concorrenti sono i due fratelli italiani che vivono in Argentina, tangheri molto bravi, sono Los hermanos Macana. Perfetti, sincronizzati, eleganti, di classe. Un vero spettacolo che vale la pena di guardare, anche se non si è appassionati del genere.

Gli ultimi commenti dei giudici per occupare il tempo di attesa del televoto. Uno dei fratelli Lo Tumolo, dice Maria De Filippi, somiglia al Maestro Beppe Vessichio. Arrivano i risultati, passano direttamente in finale a Italia’s got talent 2013 proprio i Fratelli Lo Tumolo.

Il ballottaggio avviene fra Los hermanos Macana e i Bellamorea, decisione difficile per i giudici. Rudy Zerbi sceglie i siciliani, Gerry i tangheri, Maria De Filippi è molto indecisa, ma sceglie i tangheri che passano alla finale di Italia’s got talent 2013.