Ancora una puntata scoppiettante che riesce a superare la soglia degli 8 milioni di telespettatori, un vero e proprio boom di ascolti.

Che Italia’s got talent 2013 piacesse, era fuori discussione, ma che superasse gli 8.044.000 di telespettatori per uno share del 32,34 per cento era quasi insperabile. Anche se con Maria De Filippi c’è da aspettarsi di tutto. Era successo anche nella passata stagione, complice la grande nevicata, si era detto, evidentemente non è così. Il programma piace e basta.

Il merito è di tutti, dai giudici, ai presentatori, ad un simpatico Simone Annichiarico ed a una splendida Belen Rodriguez, spontanea, simpatica e quel pancione che le toglie quella nomea solo di donna sensuale. Protagonisti indiscussi i talentuosi che si presentano sul palco elaborando performance incredibilmente fantasiose.

Bruno Orlando lanciano il tormentone ‘Cozza, vino, cozza’, non mancano i casi umani e le donne come Patricia Bordes che vive in un suo mondo, a mo’ di Alice nel paese delle meraviglie, straordinariamente disastrosa. Che dire del princpe Kelum Giordano che mangia cavallette, vermi e scarafaggi vivi? Raccapricciante anche se lui assicura che non è il suo cibo quotidiano.

Ma vediamo quali sono i concorrenti che passano il turno e che rivedremo nelle semifinali di Italia’s got talent 2013:

Gli Sturdust: un gruppo di giovani artisti che compiono acrobazie e salti su un tappeto gonfiabile gigante, sfidano la forza di gravità. Nonostante l’invito a Gerry Scotti di cimentarsi, non riescono a convincerlo.

Sara Venerucci e Danilo Decembrini: coppia di sposi di Rimini che propone, sulle note di Skyfall di Adele, una suggestiva performance sui pattini, una maestria invidiabile. Sono tre sì.

Nick Casciaro: fisico in forma, istruttore di windsurf, bellissima presenza ed una bella voce. Torna in versione ironica con tre acrobati che propongono un numero diverte con buona pace di Maria De Filippi. Per lor tre sì.

Gli Sconcertati: un gruppo di tenori e soprani arriva a Italia’s got talent 2013, un numero di forte impatto che guadagna i tre sì dei giudici.

Marco Zoppi: un divertente e spettacolare numero di magia e illusionismo con le bolle di sapone. Guadagna i sì di Rudy Zerbi e Gerry Scotti.

Francesca Rossi: 18 anni, ha perso la mamma e si commuove. Canta La Notte di Arisa. Si commuove e fa qualche stonatura. I giudici apprezzano anche se l’esibizione non è delle migliori.

I Tackipirinas: non sono molto ragazzini ma originali. Cantano un brano Tu non mi tagghi più. Da Zerbi arriva un secco no, Gerry si diverte come un matto alle loro battute demenziali. Maria, per solidarietà con lui dice sì.

Duo Aves: l’esibizione non è certo fra le più originali, volano come colombe e prendono tre sì.

Drum Theatre: un gruppo di Chieri (Torino) formato da ragazzi disabili e con problemi di autismo. Conquistano tre sì grazie alla loro performance con tamburi e bacchette. Tanta commozione e tre sì.

Hair Long: giovanissimi, sembrano usciti da un romanzo di Dickens, cappotti larghi, cappelli a cilindro, capelli lunghi e poco curati. Sono molto originali e guadagnano tre sì.

Valanga Family: giovanissimi anche loro, danno vita ad una performance esterna molto particolare. Acrobazie con lo slacklining, una sorta di fettuccia elastica su cui hanno fatto di tutto. Sono tre sì.

Rossella Regina: al suo arrivo sul palco sembrava dovesse fare la comica. Strampalata e variopinta, ha tirato fuori una bellissima voce per cantare in spagnolo Un anno d’amore di Mina e ripescata da Miguel Bosé. Fra le esibizioni più originali della serata, sono tre sì.

Pietro Comini: reduce da una radioterapia per combattere un cancro ai linfonodi, a causa della quale non aveva potuto partecipare nella passata stagione, arrivano due sì, nonostante non brilli nel suo ballo. È Rudy Zerbi è contrario.

Lucia e Marco Santini: fratelli musicisti, lei al piano e lui al violino. Performance un tantino noiosa, ma passano con tre sì.

Davide Nicolosi: illusionista che presenta un numero con il fuoco molto fuori dal comune. Aitante giovane e simpatico passa il turno.

I Beethoven: è un giusto mix fra hip hop e danza classica. Molto bravi e passano il turno con ben tre sì.

Alla prossima puntata di Italia’s got talent 2013.