Fa un certo effetto scrivere della notizia di un trailer effettivo (e non inventato) di Italiano Medio, primo vero film completo di Maccio Capatonda, dopo che questi si è meritatamente creato un seguito enorme grazie ai suoi esilaranti finti trailer.

L’attore e regista, che all’anagrafe risponde al nome di Marcello Macchia, ha realizzato la pellicola a partire dal finto trailer che prendeva in giro le premesse di Limitless, e in parte anticipava gli sviluppi di Lucy, e li ambientava nel fertile humus italico.

Nella commedia Maccio è affiancato da un cast di tutto rispetto, nel quale compaiono vecchie conoscenze come Herbert Ballerina (Luigi Luciano), Rupert Sciamenna (Franco Mari), Anna Pannocchia (Adelaide Manselli), Ivo Avido (Enrico Venti) e Lavinia Longhi (già facente parte della soap Intralci), più Barbara Tabita, Gabriella Franchini, Francesco Sblendorio, Rodolfo D’Andrea, Matteo Bassofin e la partecipazione di Nino Frassica.

Fedele al proprio stile do-it-yourself Macchia per Italiano Medio si è dunque circondato di attori poco conosciuti, indispensabili per le sue gag nonsense basate su giochi verbali, situazioni surreali e salaci riferimenti all’attualità sociopolitica del Paese.

La trama del film in realtà non si distacca molto da quanto visto nel trailer – e come poteva essere d’altronde – ma aggiunge qualche tassello importante. Il protagonista Giulio Verme ha 40 anni, vive a Milano, ed è in piena crisi depressiva: per quanto impegnato in una serie di battaglie a carattere ambientalista è totalmente avvilito dalla mancanza di risultati. Questa sua ossessione lo aliena da amici, parenti, colleghi e dalla propria fidanzata. Un giorno però un amico di infanzia gli propone una pillola in grado di ridurre le sue capacità cerebrali al 2%: rinasce così in lui l’Italiano Medio, appassionato di donne, televisioni e macchine, e concentrato solo su se stesso. Ben presto la battaglia interna, a mò di Dottor Jekyll e Mr. Hyde, lo renderanno uno dei personaggi più famosi d’Italia.

Italiano Medio uscirà nelle sale cinematografiche a partire dal 29 gennaio dell’anno prossimo.

Foto: ufficio stampa