Un grosso esperimento comunicativo per il film “Isole” di Stefano Chiantini, giovane regista che ha potuto avvalersi dell’aiuto di Gianluca Arcopinto, uno dei produttori cinematografici italiani che ha sempre creduto e investito sulle giovani proposte.

Un film indipendente prodotto da Selvaggia Sada e Arcopinto per Obraz Film e distribuito da Zaroff. Il film, che sarà al cinema dall’11 maggio, sarà visibile gratuitamente in streaming sul sito di Repubblica.it dal 16 maggio.

La storia del film è quella di tre diversi personaggi che si ritrovano a condividere una casa canonica alle isole Tremiti. Ivan è un immigrato clandestino che viene accolto nella sua abitazione da Don Enzo, tutore di Martina, una ragazza che non riesce più a parlare.

Tre persone sole che si trovano a condividere gli stessi spazi. Inevitabilmente tra di loro si verranno a creare dei legami forti e importanti: l’amicizia tra il prete e il ragazzo e l’amore, silenzioso e delicato, tra Martina e Ivan, un amore che nasce dalla condivisione di una difficoltà esistenziale e che cerca la forza per dichiarare la sua dignità e legittimità.

E tutti e tre dovranno fare fronte comune per difendere i loro sentimenti dalla cattiveria della società, personificata da Wilma, la sorella di Don Enzo.