La voce degli Iron Maiden, Bruce Dickinson, sta combattendo la sua battaglia contro un cancro alla lingua. Ad annunciarlo è la stessa band, tramite il sito ufficiale. Si tratterebbe di un piccolo tumore localizzato nella parte posteriore della lingua, fortunatamente diagnosticato nelle prime fasi, durante un controllo di routine effettuato dai medici di Bruce lo scorso dicembre, appena prima di Natale. “Esami e biopsie hanno rivelato la presenza di un piccolo tumore nella parte posteriore della sua lingua” si legge nel comunicato ufficiale. Il cantante ha appena concluso un ciclo di sette settimane di radioterapia, chemioterapia e fisioterapia e le sue condizioni sembrano già migliorate. “La prognosi è molto buona” si legge infatti nella nota rilasciata dal gruppo. I medici “si aspettano una piena guarigione entro la fine di maggio“. Da quel momento saranno poi necessari un altro paio di mesi perché Bruce Dickinson torni in piena forma e riprenda a cantare. “Nel frattempo vi chiediamo un po’ di pazienza, comprensione e rispetto per la privacy di Bruce e la sua famiglia, almeno fino al prossimo aggiornamento che vi daremo, verso fine maggio. Bruce sta molto bene, considerando la situazione, e i medici sono molto positivi” conclude la band, che sarebbe dovuta partire il prossimo 27 marzo per un tour europeo.

Assenti dal panorama discografico dal 2010, anno di pubblicazione del loro ultimo album di inediti in studio, “The Final Frontier”, gli Iron Maiden sarebbero nel frattempo impegnare a dare gli ultimi ritocchi al loro nuovo album, il sedicesimo di un lunga carriera, prodotto da Kevin Shirley e che potrebbe uscire già a fine anno. Questo, almeno, è quanto si desume dalla cartolina di Natale che la band britannica ha inviato agli iscritti al proprio fan club. L’ultima dichiarazione relativa a un nuovo album da parte della formazione capitanata da Bruce Dickinson risale infatti all’aprile 2013, quando lo stesso cantante riferì di un progetto riguardante un disco di inediti “da pubblicare nel 2014″.