Nicolò De Devitiis, inviato del programma tv “Le Iene”, ha postato sui social una sua foto su un letto d’ospedale poiché è caduto nel corso di una colluttazione con un uomo: “Purtroppo anche questo fa parte del nostro lavoro… prenderle. Ieri a Lucca, nel tardo pomeriggio, in una colluttazione con un “truffatore” toscano, mentre cercava di togliermi il microfono sono caduto male, molto male. Ho sbattuto come un sacco, a peso morto, la schiena sul marciapiede: frattura e avvallamento di due vertebre, D3-D4, per noi non medici diciamo dietro, poco sotto il collo. Ne avrò per un bel po’ pare.. si parla di busto ma ancora non so per quanto, vi terrò aggiornati” ha scritto.

Le Iene, il sostegno dei suoi fan

“Ora lascia la divisa nell’armadio e riposati…che sei giovane e se una vertebra si sistema male poi hai dolori per il resto della vita e non è carino. Guarisci, ubbidisci ai medici con le tempistiche e torna più forte di prima”, “Siamo tutti con te”, “Se fossi in te, non gliela farei passare liscia. Denuncialo!”, “Questa gente va punita, rimettiti presto Nicolò” sono alcuni dei commenti lasciati sulla sua pagina Facebook, segno che le inchieste di Nicolò De Devitiis hanno appassionato migliaia di telespettatori.

“Una cosa è certa però..non vedo l’ora di poter tornare sul campo ad indossare questa maglia, la divisa de Le Iene ha concluso l’inviato del programma di Italia 1.