Arriva in Italia il quarto capitolo della saga Step Up. Un’ottima occasione per conoscere i due super protagonisti di questo film: Ryan Guzman e Kathryn McCormick. A dirigerli è l’esordiente Scott Peer, il cui obiettivo era fare un film dove la coreografia raggiungesse la perfezione. La danza, una volta in più, diventa dunque spettacolo.

Ryan Guzman nel film è Sean, vive a Miami e guida la crew “The Mob”. Lui e i suoi sono artisti all’avanguardia, che rapiscono intere città con i propri flash mob. Ecco cosa ci ha raccontato sul film:

“E’ vero che la serie di Step Up segue una formula ormai conosciuta, ma in questo capitolo la danza non solo si rende protagonista, rispetto alla storia d’amore, ma ha anche un valore collettivo e di protesta sociale. Non è il modo consueto di farsi sentire, ma forse è ancora più efficace. Certamente sarebbe difficile prendere parte a una delle loro manifestazioni coreografate, un comune non ballerino si stropiccia gli occhi, si scatena con la fantasia e pensa “mi piacerebbe, ma non potrei mai riuscirci”.

Ryan non nasce ballerino, ma ha un’ammirazione spropositata per la danza:

“Io ho imparato a ballare per questo film, finora l’avevo fatto solo per divertimento, mentre Kathryn si è cimentata per la prima volta con la recitazione. Come tutto è un allenamento costante quello che serve, e avere il sano coraggio di lasciarsi andare”.