Un “rendez vous” con Annalisa Scarrone, organizzato da Artmediamix e Ds Automobiles a Roma, grazie al quale alcuni fortunati fan della cantante -partecipando ad un contest ad hoc- hanno avuto la possibilità di incontrare la loro beniamina passando del tempo con lei tra una canzone, una chiacchiera e un aperitivo. Noi c’eravamo e abbiamo colto l’occasione per fare alcune domande alla cantante savonese in partenza con il suo “Splende -Tour” dal prossimo 23 giugno, in giro per tutta l’Italia. Dal rapporto con i fan alla sua esperienza come attrice in un film di prossima uscita, passando per Sanremo e Amici di Maria De Filippi, ecco cosa ci ha raccontato Annalisa.

Annalisa Scarrone in un contesto insolito, uno show e un aperitivo con pochi fan, qual è il rapporto che hai con loro?

Il mio rapporto con i fan è naturale, vero, onesto, spero sia sotto gli occhi di tutti e che attraverso questa esperienza sia chiaro anche per loro. Sono veramente contenta di aver avuto l’opportunità di essere qui, prendere un aperitivo, scambiare due chiacchiere insieme perchè è giusto così. E’ bello che non vedano il palcoscenico come un ostacolo che ci divide, perchè in realtà non è così: è soltanto una parte di questo mestiere che è bellissimo ma come tanti altri e io sono come loro: nessuna differenza.

Durante lo show, questa sera, hai detto che “Splende” (che dà il titolo all’ultimo album) è una canzone molto importante per te. Si potrebbe dire che rappresenta Annalisa in questo momento della sua vita?

Si. E’ una canzone importantissima, l’ho scritta due anni fa ed ha segnato tanto perchè è stata una delle prime di questo disco, quella che ha messo in moto un flusso di scrittura di idee e di lavori. E’ stata la linfa, l’ispirazione di tutto e soprattutto per me è stata una canzone che ha iniziato un percorso di rinascita perché, scrivendo, ho tirato fuori delle cose che non sapevo neanche di avere dentro e grazie a questa canzone si sono messe in moto tante cose che mi hanno portato ad essere qui con questo disco, queste canzoni e questo progetto bellissimo.

Annalisa non solo cantante ma anche attrice. Hai avuto un ruolo da protagonista nel film di Maurizio Casagrande “Babbo Natale arriva da Nord”, come ti sei trovata in questo ruolo inedito?

Mi sono divertita. Non dico che sia stato facile ma davvero una bella esperienza. Maurizio Casagrande, regista ma anche protagonista, è stato carinissimo con me, mi ha messo sempre a mio agio e non vedo l’ora di vedere cosa è uscito fuori anche perché sarà veramente divertente. E’ stata un’esperienza completamente diversa ma comunque legata sempre alla musica, perché nella colonna sonora ci sono dei brani miei e io interpreto una ragazza che vorrebbe fare la cantante. Diciamo che non é che mi sono sforzata più di tanto, ecco (ride ndr).

Quando uscirà nelle sale cinematografiche?

Novembre/Dicembre credo ma non ne sono sicura, mi devono far sapere.

Una domanda che non posso non farti: hai visto “Amici” quest’anno?

Si.

Chi erano i tuoi preferiti?

Ti giuro, non mento nel dirti che sia i The Kolors che Briga mi piacevano tantissimo. Secondo me per ragioni diverse è giusto che siano arrivati loro due in finale. Da subito si capiva che se la sarebbero giocata loro la vittoria. Sono stati bravi tutti e due, mi piace un sacco sia il singolo di Briga e Stash è proprio bravo bravo.

Se Maria De Filippi dovesse offrirti il ruolo di coach in una delle prossime edizioni di “Amici”, accetteresti?

Si, decisamente. E’ difficile eh, non bisogna mai prendere alla leggera questi ruoli ma è una cosa veramente bella.

Sempre Maria De Filippi, recentemente ha dichiarato “Sanremo chiama quelli dei talent per fare ascolti ma poi non li fa vincere” quanto sei d’accordo con questa sua affermazione?

Penso che Maria abbia ragione. Da un certo punto in poi è stato così. Cioè, all’inizio quelli che arrivavano dai talent hanno preso un po’ in contropiede Sanremo perché forse tutti sono rimasti stupiti dalla portata di pubblico che ha “Amici”. Poi, invece, hanno cercato di mitigare questa gigantesca ondata di popolarità con altri fattori. Secondo me l’equilibrio è difficile da trovare, sono convinta che non bisogna esagerare né da un lato né dall’altro. Credo che stiano tutti quanti cercando un equilibrio in questo senso.

A Sanremo ti sei mai sentita etichettata come “quella dei talent” ?

La prima volta che sono andata un po’ si, è stato difficile, devi comunque convincere, però per la mia seconda partecipazione tutto ciò è completamente scemato. E’ solo una questione di tempo: quando fai Amici devi assolutamente aver chiaro che non sei arrivato da nessuna parte. E’ difficile perché esci di lì e sei l’idolo delle folle, però attenzione perché dopo un anno, l’idolo delle folle è quello dell’anno dopo. Quindi devi stare con i piedi ben saldi a terra e ogni volta che trovi quello scettico nei tuoi confronti, che ti etichetta un po’ devi prenderla come una sfida perchè poi è una figata quando vedi che c’è un cambiamento, indice che forse con l’impegno, con la tenacia e la forza di volontà e anche la preparazione, riesci ad andare avanti con le tue forze, però, se ti fai il “mazzo” ce la fai.

Sanremo quest’anno è stato co-condotto da due cantanti, Emma e Arisa, ti ci vedresti sul palco dell’Ariston nel ruolo di co-conduttrice invece che in quello di cantante in gara?

Non lo so. Bisognerebbe trovarcisi, però penso che sia stata una cosa molto carina, una bella idea ed è un’opportunità da gestire con la testa. Non credo succederà mai comunque (ride ndr).

Ti vedremo sul palco del Coca Cola Summer Festival a Piazza del Popolo a Roma, in onda su Canale 5?

Lo sto scoprendo adesso. Non ti posso dare conferma perchè non vorrei illudere nessuno, quindi incrociamo le dita e speriamo di andare a cantare “Vincerò” anche lì.

Vincerò il nuovo singolo di Annalisa – Il video