Atteso da moltissimo tempo, Inherent Vice è un evento cinematografico di primo livello per una molteplicità di motivi: non solo si tratta del nuovo progetto di Paul Thomas Anderson, maestro del cinema americano che ha realizzato The Master e Il petroliere, ma lo stesso regista ha tratto la pellicola da un romanzo di Thomas Pynchon, eccentrica figura ispiratrice della post-modernità letteraria di altissimo livello.

Inherent Vice segna poi una nuova collaborazione tra il protagonista Joaquin Phoenix e Anderson dopo gli ottimi risultati ottenuti in The Master. Il film, la cui anteprima mondiale avverrà durante il New York Film Festival, come spesso capita con Pynchon è un intricatissimo e surreale tornado di personaggi e vicende sconclusionate, un labirinto surreale e paranoico, ovviamente ambientato durante la fine degli anni ’60.

La trama dell’opera vede lo scalcagnato detective Doc Sportello, amante di droga e alcol, aiutare la propria ex ragazza (Katherine Waterstone) nella ricerca del suo attuale compagno, un ricchissimo proprietario terriero.

Sulla sua strada Doc incontrerò surfer, tossici, rocker, strozzini assassini, una cospirazione ordita da un gruppo di dentisti, il tutto all’insegna del più folle nonsense. Nel cast del film, che in America uscirà il 12 dicembre 2014 e in Italia il 9 gennaio del 2015, troviamo anche Josh Brolin, Benicio Del Toro, Owen Wilson, Martin Short, Jena Malone e Reese Witherspoon.

Foto: ufficio stampa