Il 4 luglio è un giorno fondamentale per la storia degli Stati Uniti: noto come Independence Day (giorno dell’Indipendenza), proprio in questo giorno del 1776 le Tredici Colonie americane firmavano la Dichiarazione d’Indipendenza dalla Gran Bretagna, dando il via ad una guerra con l’ex madrepatria che si sarebbe poi protratta fino al 1783.

Proprio per questo motivo l’Independence Day ha assunto un’importanza enorme anche per il futuro del Paese poiché ha gettato le basi di quello che sarebbero diventati in futuro gli Stati Uniti d’America. Per i cittadini a stelle e strisce, sempre molto legati al proprio Paese e quasi tutti profondamente patriottici, il 4 luglio è un giorno da celebrare con particolare solennità (al pari del giorno del ringraziamento). Non è un caso dunque, se l’Independence Day ha ispirato molto registi e attori: sono infatti tantissime le pellicole cinematografiche incentrate su questo giorno e sugli eventi ad esso collegati.

Independence Day: i film che celebrano il 4 luglio

Il mondo del cinema statunitense ha iniziato sin dai suoi esordi ad occuparsi del 4 luglio e del giorno dell’Indipendenza (sia rievocando le vicende storiche sia ambientando le sceneggiature in correlazione alla giornata del 4 luglio). Già nel 1924 David. W. Griffith portava su grande schermo America (incentrato proprio sulla rievocazione della guerra d’Indipendenza). È di quindici anni dopo, del 1939, un’altra pietra miliare del cinema made in Usa: La più grande avventura, firmata da uno dei più grandi registi del cinema classico americano, John Ford e interpretata da Henry Fonda e Claudette Colbert.

Un altro grande regista americano, Robert Stevenson, decide di trarre ispirazione dall’Independence Day girando I rivoltosi di Boston nel 1961. Spostandosi negli anni Ottanta, invece, ci si imbatte in Revolution: è una pellicola del 1985, diretta da Hugh Hudson e interpretata da Al Pacino, Donald Sutherland e da Nastassja Kinski. A fine anni Ottanta, nel 1989, arriva anche Nato il quattro luglio di Oliver Stone, con un grande Tom Cruise mentre nel 1996 sbarca al cinema Independence Day  di Roland Emmerich e con Will Smith (in cui il giorno dell’indipendenza americana coincide con quello della liberazione della Terra da malvagi extraterrestri che hanno tentato di annientare il genere umano).

Arrivando agli anni Duemila, il nuovo millennio si inaugura con Il patriota, film diretto sempre da Roland Emmerich, con Mel Gibson coraggioso combattente che cerca di salvare la sua famiglia dagli invasori inglesi mentre nel 2004 Jon Turteltaub firma la regia de Il mistero dei templari (con un Nicholas Cage che tenta di rubare niente di meno che la Dichiarazione d’Indipendenza).