I fan della fantascienza fracassona degli anni ’90 firmata Roland Emmerich possono esultare: la 20th Century Fox ha dato il via libera al seguito di Independence Day, uno dei kolossal cult della decade, in cui il tema dell’invasione aliena si univa al peculiare gusto per il catastrofico del regista di origine tedesca.

A quanto sembra lo script proposto circa sei mesi fa dallo sceneggiatore Carter Blanchard ha convinto la casa di produzione, che ha chiesto una nuova stesura, mentre nel frattempo Emmerich era impegnato nelle riprese di Stonewall, film sui moto di New York che diedero il via al movimento LGBT nel 1969.

Per il cineasta, che deve ancora firmare ufficialmente, il progetto di un sequel di Independence Day, provvisoriamente intitolato ID Forever, si aggiungerebbe al rilancio di un altro film, divenuto anche una serie televisiva: stiamo parlando di Stargate, del 1994, altro esemplare della fantascienza degli anni ’90.

So provvederà dunque al casting della pellicola non appena sistemato il contratto del regista, ma già da ora pare certo che Will Smith non sarà della partita. Il che potrebbe non essere una questione decisiva, dato che il sequel sarà ambientato vent’anni dopo gli eventi del film originale.

Ritroveremo dunque Bill Pullman, l’ex Presidente degli Stati Uniti che sconfisse gli alieni? Pare più probabile il ritorno di Jeff Goldblum, già contattato dalla produzione, ma per ora queste sono tutte voci, così come la decisione della Fox di dividere il film in due parti potrebbe non trovare conferma nella realtà dei fatti.

L’unico dato sicuro è che l’uscita del film è prevista per il 24 giugno 2016.

Foto: 20th Century Fox