Momenti di paura per Harrison Ford. L’attore 72enne è stato costretto ad un rovinoso atterraggio d’emergenza mentre volava sui cieli della California con il suo aereo d’epoca. Il mondo del cinema ha rischiato di perdere in un colpo solo Han Solo di Star Wars, l’archeologo Indiana Jones e il Rick Deckard di Blade Runner.

Le prime notizie che arrivano dall’America parlando di condizioni serie, tra ferite al volto e fratture agli arti, ma sembra che Ford non sia assolutamente in pericolo di vita. Il figlio dell’attore ha rassicurato tutti con un messaggio su Twitter: “Papà sta bene. Malconcio ma ok. È un uomo straordinariamente forte”.

L’incidente è avvenuto ieri, 5 marzo, alle 14:25 locali (le 23:25 in Italia). Harrison Ford era appena partito dall’aeroporto di Santa Monica con il suo Ryan PT-22, un mono-motore ad elica risalente alla seconda guerra mondiale, ma subito dopo il decollo qualcosa è andato storto. Stando alle ricostruzioni, Ford avrebbe prima tentato d’invertire la rotta per provare a tornare indietro. L’avaria al motore lo ha costretto però ad un atterraggio di fortuna sul prato del Penmar Golf Club.

https://twitter.com/Agenzia_Ansa/status/573745206920679424

Con un misto tra esperienza e fortuna l’attore hollywoodiano è riuscito ad atterrare sulla pancia e limitare i danni. Le foto diffuse dai media USA mostrano il velivolo biposto con il carrello spezzato (quello del Ryan PT-22 è fisso, non retrattile) il muso malconcio e un’ala praticamente spezzata. Nonostante tutto l’aereo non ha preso fuoco. Se Ford fosse precipitato nel centro abitato di Venice le cose sarebbero andate molto diversamente.

Harrison Ford, che già nel 1999 rischiò la vita in un incidente d’elicottero, è più attivo che mai sul set. Ha appena finito di girare Star Wars: Episodio VII e prossimamente tornerà nei panni del cacciatore di replicanti in Blade Runner 2. Gli aggiornamenti sul suo stato di salute non tarderanno ad arrivare.