Imma Battaglia, attivista della comunità omosessuale e compagna di Eva Grimaldi, si scaglia contro Gianna Nannini e le dichiarazioni su i diritti civili. Imma Battaglia infatti, nei giorni del Gay Village, si è detta contraria alla scelta della rocker toscana di trasferirsi a Londra per sposarsi con la fidanzata Carla. Battaglia accusa Nannini di essersi espressa in ritardo sulle questioni che riguardano i diritti civili oltre a non aver mai mostrato interesse verso l’attivismo a favore della comunità LGBT.

La compagna di Eva Grimaldi, che ha fatto coming out proprio durante la partecipazione all’Isola dei Famosi, si è scagliata contro Gianna Nannini ai microfoni di Radio Cusano Campus dicendo: “La sua posizione è tardiva. Da anni conosciamo le sue amanti e le sue fidanzate. Non ha mai fatto niente, ma dico niente, nessun tipo di attivismo per le lotte che noi abbiamo fatto, ora arriva e dice che la legge in Italia non la tutela. Ma chi sei, ma chi ti credi di essere?”

Imma Battaglia ha continuato dicendo: “Se avesse avuto il coraggio di un Tiziano Ferro, probabilmente noi avremmo avuto una legge migliore. Ora dovrebbe stare zitta. Io sinceramente la trovo veramente fuoriluogo, spero che la gente la boicotti e non vada più ai suoi concerti. (…) È ridicola, non puoi fare queste dichiarazioni politiche quando non hai mai fatto nulla, se non per te stessa”.

Gianna Nannini risponderà alle accuse?