Nella giornata odierna Ilaria D’Amico ha testimoniato all’interno del processo che vede accusato di truffa il suo ex commercialista Davide Censi. La presentatrice di Sky è stata sentita in qualità di parte lesa: la D’Amico avrebbe infatti denunciato Censi e quest’ultimo si sarebbe impossessato di una cifra vicina al milione e duecentomila euro.

Per Ilaria D’Amico, compagna del portiere della Nazionale Gigi Buffon, la vicenda è stata un vero e proprio incubo, come ha dichiarato lei stessa: “Questa vicenda è un incubo, il mio ex commercialista ha amministrato i miei soldi come se lo facesse un macellaio“. Una vicenda ancor più triste per lei, in quanto il suo ex commercialista era molto di più di un professionista che amministrava i suoi soldi, era un amico di famiglia, una persona verso cui lei riponeva assoluta fiducia. Una vicenda che si è infine trasformata in incubo per la giornalista anche perché lei stessa è finita iscritta nel registro degli indagati per evasione fiscale (ma per lei la Procura ha chiesto l’archiviazione).

Sempre secondo quando ha affermato Ilaria D’Amico sulla vicenda: “Oltre all’enorme danno economico ho avuto un grande danno di immagine, per esser finita sui giornali come persona che aveva evaso le tasse. Proprio io che non ho mai voluto frodare nessuno. Il denaro mio e della mia famiglia veniva preso dal mio commercialista attraverso consulenze delle quali io non ero a conoscenza. Grazie alla guardia di finanza e ai controlli ho capito cosa stava succedendo“.