Erano 10 anni esatti che uno dei musical più famosi al mondo non tornava a Roma: stiamo parlando del Rocky Horror Show, che verrà messo in scena dal Teatro Sistina di Roma dal 29 novembre al 4 dicembre, per poi dare seguito al tour italiano con una tappa al Teatro Rossetti di Trieste, il 6 dicembre.

Ha ormai più di 40 anni sulle spalle il celebre spettacolo ideato da Richard O’Brien – venne allestito per la prima volta infatti nel 1973 – ma ancora oggi la sua carica ironica, kitsch e trasgressiva conquista le più svariate tipologie di spettatori, a suon di corsetto, calze a rete, liberazione sessuale e tanta trasgressione.

La Produzione originale inglese diretta dal regista Christopher Luscombe sbarcherà nuovamente in terra italiana dopo aver viaggiato in più di 30 Paesi ed essere stata tradotta in oltre 20 lingue.

Ancora una volta ritroveremo Frank-N-Furter, lo scienziato folle, travestito e bisessuale – portato per la prima volta in scena dal poliedrico Tim Curry – in grado di far esplodere di energia il palco, affiancato dai memorabili personaggi come Brad e Janet, la coppia di giovani ragazzi americani perbene che inconsapevolmente bussa alle porte del castello di Frank (nel film interpretati da Susan Sarandon e Barry Bostwick), il maggiordomo Riff Raff, la strampalata cameriera Magenta, la Columbia, la groupie innamorata, Rocky la creatura costruita in laboratorio dallo scienziato, Eddie, l’ex amante di Frank-N-Furter e il Dr. Everett Scott.

Immancabili tutti i numeri musicali più noti al grande pubblico, che si sentono risuonare nelle discoteche di tutto il mondo:  Damn it Janet, Sweet Transvestite e Time Warp sapranno come far alzare gli spettatori dalle sedie per scatenarsi a più non posso.