Dopo aver finalmente confermato la sua partecipazione al prossimo Festival di Cannes (che si svolgerà dal 13 al 24 maggio) Matteo Garrone svela il primo trailer tratto dall’attesissimo Il racconto dei racconti.

Conosciuto anche con il titolo internazionale di Tale of Tales, il nuovo film dell’autore di Gomorra, Reality, Primo amore e L’imbalsamatore dimostra immediatamente come ci sia stato un almeno apparente cambio di registro stilistico.

Come già noto la pellicola è liberamente tratta da Lo cunto de li cunti, raccolta di fiabe dell’autore seicentesco Giambattista Basile. Ciò che ancora non era noto ad addetti ai lavori e semplici appassionati era la svolta fantasy cui sarebbe andato incontro Garrone.

Dalla visione di questo primo trailer non è infatti così azzardato paragonare Il racconto dei racconti a una versione molto più grottesca e meno rassicurante de Lo Hobbit, per quanto a tranquillizzare i fan del cinema del cineasta ci sono tutta una serie di volti molto lontani dalla levigatezza e dalla “falsità” del fantasy, più un’atmosfera più tendente al lato dark del genere.

Merito anche delle location visitate dalla produzione, che durante le riprese ha toccato set medievali e rinascimentali come Piazza della Signoria a Firenze, Castel del Monte e Gioia del Colle.

Alla stesura della sceneggiatura, oltre allo stesso Garrone, hanno contribuito Edoardo Albinati, Ugo Chiti e Massimo Gaudioso: dalle poche informazioni finora rivelate sembra che verranno messe in scena tre storie riguardanti i sovrani di tre differenti regni.

Il regista ha spiegato le ragioni di questa radicale svolta e la scelta del libro de Il cunto de li cunti come punto di avvio: “Ho scelto di avvicinarmi al mondo di Basile perché ho ritrovato nelle sue fiabe quella commistione fra reale e fantastico che ha sempre caratterizzato la mia ricerca artistica. Le storie raccontate ne Il racconto dei racconti descrivono un mondo in cui sono riassunti gli opposti della vita: l’ordinario e lo straordinario, il magico e il quotidiano, il regale e lo scurrile, il terribile e il soave“.

Il progetto ha aspirazioni internazionali, e per questo motivo il film è stato girato interamente in lingua inglese. Anche il cast segue questa linea, dato che recitano nella pellicola star quali Vincent Cassell, Toby Jones, Salma Hayek, John C. Reilly e l’italiana Alba Rohrwacher.

Di spicco anche il comparto tecnico: alla fotografia ha lavorato Peter Suschitzky, collaboratore abituale di David Cronenberg, mentre le musiche sono state composte da Alexandre Desplat, compositore che non ha bisogno di presentazioni, che aveva già lavorato con Garrone in Reality.

L’uscita del film nelle sale italiane è prevista per il 14 maggio, e già oggi abbiamo potuto scoprire che Il racconto dei racconti sarà in concorso a Cannes insieme a Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino e Mia madre di Nanni Moretti.