Da oggi fino al 10 maggio a Bologna si svolgerà il Future Film Festival 2015 diretto da Giuletta Fara e Oscar Cosulich. La manifestazione, giunta quest’anno alla 17esima edizione, è nata nel 1999 e da allora è divenuta un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati di cinema d’animazione, tecnologia, videogame e nuovi media.

Nell’anno dell’Expo di Milano anche il Future Film Festival 2015 non poteva farsi trovare impreparato e proprio per questo motivo il tema che della kermesse è Eat the Future che, come si legge nel comunicato stampa, verrà affrontato “attraverso la lente dei generi cinematografici che gli sono più congeniali: la fantascienza e l’horror.”

Per questo motivo sarà organizzata una retrospettiva che, in vario modo, affronta la tematica del cibo: i film scelti, provenienti dal panorama cinematografico degli anni 70-80, comprendono Bad Taste, Il cibo degli dei, Soylent Green, Horror in Bowery Street e Stuff – Il gelato che uccide.

Tra i film in concorso si segnalano invece tre tra i candidati all’Oscar come miglior film d’animazione: l’irlandese Song of the Sea della promessa Tomm Moore, che sarà anche l’opera d apertura del festival, il giapponese Giovanni’s Island e il lettone Rocks in My Pockets.

Proprio dalle repubbliche baltiche provengono alcuni tra gli ospiti più importanti del Future Film Festival, gli estoni Priit Parn e Olga Parn, nonché Georgina Hayns del famoso studio Laika (responsabile di Coraline e Boxtrolls), Marco Cinello, unico italiano ad aver lavorato all’ultimo film di Spongebob e Iginio Straffi, il fondatore del fortunato studio Rainbow e creatore del successo mondiale delle Winx. A proposito di Italia non si può non citare il ritorno in concorso del nostro Paese, che viene rappresentato dal film Fantasticherie di un passeggiatore solitario firmato da Paolo Gaudio, un mix di riprese dal vivo e stop-motion.

Il cinema Lumiére ospiterà anche un omaggio all’israeliano Ari Folman, autore di Valzer con Bashir e The Congress, proiettati durante il festival, che mostrerà alcune immagini esclusive del suo nuovo progetto dedicato ad Anna Frank. Altri eventi speciali saranno poi la presentazione del film di fantascienza distopica Index di Marco Sportiello, uno dei pochi esempi di questo genere a essere prodotto in Italia, e un nuovo film dedicato a Lupin III, intitolato Jigen’s Grave Marker.

Per il programma completo della manifestazione vi rimandiamo al sito del Futuro Film Festival 2015.