Paura e preoccupazione in casa Ciccone: Rocco Ritchie, il figlio di Madonna e del regista Guy Ritchie, è stato infatti arrestato lo scorso settembre dalla polizia di Londra per possesso di marijuana.

Il secondogenito della coppia vip venne infatti fermato dalla polizia in seguito alla denuncia dei vicini, che lo avrebbero segnalato alle autorità. Gli agenti avrebbero trovato il ragazzo seduto su un muretto, intento a fumare insieme a un amico, e durante la perquisizione gli sarebbe stato trovato addosso un piccolo quantitativo di marijuana.

I fatti risalirebbero allo scorso 28 settembre, ma la notizia è stata resa nota e confermata dalla polizia solo oggi, dopo che il 16enne è stato affidato allo Youth Offending Team di Camden, l’equivalente dei nostri servizi sociali per minori giudicati colpevoli di reati non gravi.

Rocco è stato dunque affidato a una comunità di recupero. Mentre il padre Guy Ritchie non ha ancora parlato pubblicamente dell’accaduto, Madonna ha pubblicato un comunicato stampa in cui ha dichiarato: “Amo moltissimo mio figlio e farò tutto ciò che posso per dargli il supporto di cui ha bisogno. Vi chiedo di rispettare la nostra privacy in questo momento.”

Il ragazzo era già stato al centro di una feroce disputa legale tra i due ex marito e moglie, ormai divorziati dal 2008, che era durata molti mesi e che aveva sconvolto emotivamente la cantante. Alla fine venne raggiunto un accordo secondo il quale Rocco avrebbe dovuto vivere a Londra insieme al padre, ma gli ultimi eventi potrebbero mettere in discussione l’affidamento.