Nominato agli Academy Award® e vincitore del Golden Globe, scrittore, interprete e creatore di personaggi indelebili come Ali G, Borat e Brüno, Sacha Baron Cohen insieme alla Paramount Pictures si prepara ad affrontare il mercato cinematografico internazionale con un nuovo film divertente: “Il Dittatore”. Ben Kingsley ci regala un’intervista in esclusiva per i lettori di Leonardo.it che trovate qui sotto.

Il nuovo personaggio di Sacha Baron Cohen è un dittatore che rischia la sua vita per evitare che la democrazia arrivi nel paese dove lui, con tanto amore, opprime la sua popolazione.

Lo stato nord africano di Wadiya è governato da Aladeen, il quale fin dall’età di sei anni fu nominato Supremo Leader. Il padre di Aladeen fu costretto a lasciare il paese in mano al figlio perché venne ucciso da 97 proiettili vaganti e una bomba a mano. Il consulente di fiducia di  Aladeen è lo zio Tamir che è il capo della polizia segreta, capo della sicurezza e procuratore di donne.

Aladeen si trova a dover contrastare un Occidente che ha intenzione di ficcare il naso nel paese di Wadiya, sanzionato
ripetutamente negli ultimi dieci anni. Aladeen vuole anche contrastare l’invio da parte delle Nazioni Unite di un ispettore del consiglio di sicurezza nell’impianto segreto di armi. Un tentativo di assassinio nei suoi confronti farà cambiare completamente la visione del mondo che ha Aladeen e lo convincerà ad affrontare un viaggio fino a New York – viaggio che sarà al centro del film – dove incontrerà un’accoglienza a dir poco tiepida: molti degli esiliati da Wadiya si trovano a New York e vogliono solamente una cosa, vedere il paese libero dalla dittatura di Aladeen.

Un ennesima sfida al mondo comico del cinema che Sacha Baron Cohen, si appresta ad affrontare sul territorio italiano anche con Paramount Pictures. Una nuova sfida comica che vi aspetta al cinema da Venerdì 15 giugno.