Uggie, meglio conosciuto come il cane di The Artist, è morto all’età di 13 anni. È una triste notizia per tutti i cinefili e per coloro che hanno amato la pellicola francese del 2011, che sicuramente ricorderanno con affetto la performance canina del piccolo Jack Russell Terrier.

Uggie è stato messo a dormire lo scorso venerdì 7 agosto in seguito a lunga battaglia contro un tumore alla prostata. A prendere la decisione il suo proprietario, Omar Von Mueller, che ha dichiarato di essere stato costretto a questo difficile passo dalla grande sofferenza quotidiana del suo amico.

Quella del cane di The Artist è stata una carriera scintillante del mondo del cinema (per quanto si possa così definire l’attività di un animale sotto la luce dei riflettori), dato che il suo ruolo nel film diretto da Michel Hazanavicius gli valse la Palma canina al Festival di Cannes, il Golden Collar Award dell’anno successivo e persino una menzione speciale ai Prix Lumière.

Non è mancata neanche la classica cerimonia dell’impronta sull’Hollywood Boulevard, un onore concesso agli attori cinematografici più amati, così come venne creata un’apposita campagna denominata “Consider Uggie”, per far sì che potesse ricevere un premio agli Oscar. The Artist guadagnò però ben 5 statuette (Miglior film, regista, attore protagonista, costumi e colonna sonora originale).

Prima del suo film più famoso il cane era già comparsa in altre pellicole come What’s Up Scarlett, Wassup Rockers, Mr. Fix It e Come l’acqua per gli elefanti, e dopo il successo di The Artist si sarebbe concesso solo una comparsata nella commedia Candidato a sorpresa prima di ritirarsi dalle scene.

Nell’ultimo periodo Uggie era diventato un portavoce – per così dire – per la Nintendo, che lo aveva chiamato come testimonial del gioco Nintendogs + Cats, nonché della PETA per una campagna per sensibilizzare l’adozione tramite canile, da cui proveniva proprio l’attore, rifiutato da due precedenti proprietari prima di essere accolto da Von Mueller.