Si preannuncia come una delle coppie più esplosive dell’anno. Non si parla però di gossip o di relazioni sentimentali. La nuova coppia più cool in circolazione è quella tutta musicale formata da Iggy Pop, lo storico leader degli Stooges, e da Josh Homme di Queens of the Stone Age e Eagles of Death Metal.

Le due rockstar hanno unito le forze per quello che potrebbe essere uno degli album più intriganti dell’anno appena iniziato. Il titolo del lavoro realizzato e autoprodotto da Iggy Pop e Josh Homme è “Post Pop Depression” ed è previsto in uscita il prossimo 18 marzo. Le registrazioni del disco si sono tenute presso gli studi del cantante dei Queens of the Stone Age e alla batteria ha contibuito Matt Helders degli Arctic Monkeys.

La prima anticipazione è fornita dal pezzo “Gardenia”, che è stato proposto da Iggy Pop insieme a Josh Homme nel programma statunitense The Late Show with Stephen Colbert e propone un sound rock perfettamente all’incrocio tra le sonorità proposte in passato dai due artisti.

Riguardo all’imminente “Post Pop Depression”, Iggy Pop ha dichiarato: “Abbiamo pagato tutto di tasca nostra. Ma era un disco fatto per essere ascoltato, non come un capriccio fatto con i nostri soldi”.

Josh Homme ha invece detto che con questo album lui e Iggy Pop: “Dovevamo andare dove nessuno dei due è mai andato prima. Questo era l’accordo. E di andare fino in fondo”.

Nelle intenzioni dei due, questo nuovo lavoro rimanda a “Lust for Life”, lo storico lavoro di Iggy Pop del 1977 prodotto con la collaborazione di David Bowie. Il leader dei Queens of the Stone Age ha comunque precisato: “Senza però copiarlo, anche perché sarebbe impossibile: le conseguenze artistiche di quei due album non si sono ancora concluse”, ha detto riferendosi oltre che a “Lust for Life” anche all’altro album nato dalla collaborazione tra Iggy Pop e Bowie, “The Idiot”.

Iggy Pop ha poi aggiunto: “Cosa succede dopo tanti anni di attività artistica? E dov’è la gloria di aver fatto tutto ciò? In una società così competitiva come quella americana che ti succede quando non servi più a nessuno se non, si spera, a te stesso? L’immagine che ho in mente è un incrocio tra me stesso e un veterano. Ma a questo punto della mia vita ho avvertito la sfida di provare il mio valore come musicista, senza essere il simbolo di nulla”.

Di seguito la versione live del primo singolo “Gardenia”.